Cronaca
Commenta

Dramma morti sul lavoro:
4 solo negli ultimi 3 mesi

Il luogo dell'incidente del 19 ottobre

E’ un vero e proprio bollettino di guerra quello degli incidenti sul lavoro nel nostro territorio, con un escalation di quelli con esito letale: sono già 8 le vittime dall’inizio dell’anno. Ultimo, in ordine cronologico, è Bendahbi El Mustapha, 50 anni, padre di due bambini, rimasto schiacciato mercoledì 19 ottobre tra due lastre di cemento nell’azienda dove lavorava da 4 mesi, la Mg Prefabbricati di via Fornace a Castelverde.

Neppure un mese prima, venerdì 23 settembre, era toccato ad Alberto Pedrazzi, 49 anni, di Soresina, mentre tentava di sbloccare un macchinario rimasto inceppato, nella propria azienda, specializzata in lavorazioni meccaniche di precisione. Erano trascorse solo 3 settimane dall’incidente precedente, verificatosi il 2 settembre alla Eural Gnutti di Pontevico, dove era morto il cremonese Girolamo Tartaglione, 31enne originario di Foggia, rimasto schiacciato da una piastra di colatura del peso di circa cinquanta quintali.

Pochissimi giorni prima, il 25 agosto, era stato un altro imprenditore a perdere la vita nella propria azienda: Giordano Cicognani, 59 anni, stava camminando sul tetto del capannone di sua proprietà, a Offanengo, quando un pannello della copertura aveva ceduto, facendolo cadere nel vuoto: un volo di cinque metri che non gli ha lasciato scampo. In soli tre mesi, dunque, il conteggio è di ben 4 vittime.

Ma non sono solo gli incidenti mortali ad essere aumentati: secondo i dati Inail, aggiornati ad agosto, si è verificata una crescita generale degli infortuni denunciati rispetto al 2021, pari al 21,8%. Complessivamente, a Cremona sono state registrate 283 denunce d’infortunio con esiti non mortali solo nel mese di agosto di quest’anno, contro le 209 dello stesso periodo dell’anno scorso. Nel lungo periodo, da gennaio ad agosto 2022, le denunce nel nostro territorio sono 3.558, contro le 2.920 dello stesso periodo 2021.

Laura Bosio

© Riproduzione riservata
Commenti