Lettere
Commenta

Cambio di posti in aula consiliare:
non siamo all'asilo Mariuccia

da Roberto Poli - Capogruppo PD in Consiglio Comunale

Era fin troppo facile prevedere nuove puntate della faida infinita del centrodestra cremonese. Tuttavia i protagonisti della vicenda sono stati più veloci e creativi del previsto.

La nuova puntata si consuma appena dopo due giorni dai cambi di casacca di tre consiglieri eletti nella Lega e folgorati sulla via di Damasco di Fratelli d’Italia, casualmente appena dopo i risultati elettorali. E, sorprendentemente, la nuova puntata verte su un tema davverocentrale per il futuro della città, ovvero a quale gruppo di minoranza spetti ora il primo banco in Sala Consiliare. Del resto le dichiarazioni che abbiamo letto dopo l’esodo dalla Lega sono tutte incentrate non su temi politici o amministrativi, ma sulla lotta di potere interna in vista dei prossimi appuntamenti elettorali e a quale partito competa esprimere il prossimo candidato Sindaco.

Noi ci auguriamo che, una volta che avranno deciso come disporsi nei banchi si ricorderanno di non essere all asilo Mariuccia ma in una Istituzione . E auspichiamo che il dibattito politico si sposti sui temi e sui problemi seri che i cittadini e gli amministratori devono affrontare in questo difficile periodo storico, a partire dalla crisi energetica e dall’inflazione con le conseguenti difficoltà economiche e sociali.

© Riproduzione riservata
Commenti