Cronaca
Commenta

Pedalata contro la violenza sulle
donne: il programma di sabato 26

L'iniziativa di Fiab e Rete Donne Cremona dello scorso anno

Ogni tre giorni in Italia si registra un femminicidio e nella stragrande maggioranza dei casi il delitto avviene in famiglia, per mano del partner. Mentre il numero di omicidi da molti anni sta calando, questo positivo fenomeno non riguarda purtroppo i femminicidi, che mostrano una preoccupante tendenza alla crescita.

Sabato 26 novembre 2022 si svolgerà la seconda edizione della Pedalata d’impegno Civile denominata “Uomini che cambiano”, un’iniziativa pensata in occasione della giornata contro la violenza sulle donne e nata dalla collaborazione tra Retedonne LAB e FIAB Cremona, nell’ambito del “laboratorio territoriale del volontariato” promosso da CSV – Lombardia SUD e dal Centro Quartieri e Beni Comuni del Comune di Cremona, svoltosi l’anno scorso. All’iniziativa hanno aderito AIDA (l’associazione che gestisce il Centro Antiviolenza della città di Cremona), Donne Senza Frontiere, il Liceo delle Scienze Umane “S. Anguissola”, il Liceo Scientifico “G. Aselli”, Collettive 365 (Donne CGIL Cremona) e i Comitati di Quartiere 5 (Borgo Loreto-San Bernardo-Navigli), 6 (Zaist-Stadio-Lacchini) 11 (Cascinetto-Villetta-Concordia) e 16 (Centro). Protagonisti saranno gli uomini, che manifesteranno l’impegno a rifiutare e contrastare la violenza sulle donne. Chi desidera unirsi alla “pedalata di impegno civile” può iscriversi compilando il modulo sul sito www.fiabcremona.it entro il 24 novembre.

La pedalata si svilupperà attraverso un percorso progettato dalla FIAB di Cremona che, partendo dalla Pagoda dei Giardini Pubblici di Piazza Roma alle ore 14:30, si snoderà per le vie della città con alcune soste nei luoghi dove sono posizionate le panchine rosse che ricordano le vittime di femminicidio in Italia. La prima sosta sarà presso il Liceo Anguissola, la seconda in Largo Paolo Sarpi, la terza nel cortile della Camera del Lavoro (Via Mantova 25); si proseguirà poi verso il Quartiere Cascinetto e il quartiere Zaist per terminare al Parco Rita Levi Montalcini verso le ore 15:45. Lungo il tragitto i partecipanti alla pedalata indosseranno, come segno di riconoscimento, delle casacche di colore rosso. Nei momenti di sosta previsti verranno letti brani e poesie e al termine della pedalata, presso il Parco Rita Levi Montalcini, vi sarà una performance realizzata dalle ragazze e dai ragazzi del Liceo Scientifico G. Aselli, evento di restituzione del progetto “La scena alle scienziate!” inserito nella cornice di Cultura Partecipata, bando finanziato dal Comune di Cremona.

Il tema del contrasto della violenza sulle donne rimane purtroppo di estrema attualità ed è importante che venga riconosciuto come fondamentale per la piena realizzazione dei valori di libertà e dignità all’interno delle relazioni umane e nei contesti sociali.

Gli uomini che usano violenza contro le donne chiamano in causa gli altri uomini: con questa iniziativa saranno proprio gli uomini a rendersi protagonisti facendosi carico del problema.

La Pedalata d’impegno civile è parte del programma dell’edizione 2022 del Festival dei Diritti promosso da CSV Lombardia Sud che quest’anno ha come tema “Costruire speranza.”

Per informazioni: Rete Donne Lab OdV retedonnelab@gmail.com

FIAB Cremona presidente@fiabcremona.it

© Riproduzione riservata
Commenti