Politica
Commenta

Soldo (Pd) apre a M5S e Terzo Polo
"Purché a loro interessi la Lombardia"

Un post su Facebook del segretario provinciale Pd Vittore Soldo riapre la questione di un possibile allargamento del fronte anti – Fontana alle elezioni regionali di febbraio. Citando un sondaggio dell’istituto IZI, diffuso dal Fatto Quotidiano, e con esiti confortati anche da altri sondaggi, il governatore uscente della Lombardia sarebbe al 45%, il candidato del Pd Majorino al 30% e Letizia Moratti al 13%.

Vittore Soldo

“Sono sempre stato dell’avviso – spiega Soldo –  che fosse auspicabile una trattativa larga per trovare un’alternativa ad un centrodestra che ormai, con Fratelli d’Italia e Lega, è diventato destra. Tanto è vero che Letizia  Moratti andrebbe proprio a raccogliere il voto dei moderati scontenti di questa evoluzione e che vedono in Attilio Fontana un rappresentante non adeguato a governare una situazione complessa come è quella della Lombardia. Da lì dovrebbe partire il ragionamento di tutte le forze che si dichiarano alternative a questa destra per trovare i punti in comune”. Linee di convergenza che nelle riunioni precedenti all’uscita del nome Moratti erano stati trovati,  “a cominciare da temi quali sanità e trasporti, rispetto ai quali i cittadini lombardi si sono sentiti più in difficoltà in questi anni e su cui Pd, 5stelle e Terzo Polo possono andare d’accordo”

Il nome della ex vicepresidente della Regione invece ha sparigliato le carte, e il tavolo è saltato.

Le percentuali che emergono dai sondaggi, per quanto si sia ancora lontani da febbraio, dicono che un tentativo di apparentamento può ancora essere fatto: “Ma serve buona volontà e generosità – aggiunge il segretario Democratico –  perché non ci si può sedere al tavolo della trattativa con un nome che non può esser messo in discussione, tanto più se si è in minoranza. Lo spirito dovrebbe essere quello di trovare una mediazione in funzione dei numeri che stanno uscendo dai sondaggi. Dai quali appare che il centrosinistra, seppure non maggioranza in Lombardia, può però essere il soggetto attorno al quale le altre forze possono trovare i numeri per scalzare Attilio Fontana.  Si deve ragionare su cosa si andrà a fare, non sui nomi, quella è una questione successiva”.

Soldo torna sul tema del confronto, che finora è mancato: “Se ci fosse la buona volontà si potrebbe andare oltre, invece purtroppo vedo tanti tatticismi e sempre la volontà di guardare a  sfide politiche future, cercando di mettere in difficoltà il Pd. La candidatura di Majorino ha riaperto un po’ il gioco. Adesso credo e spero che ci sia la disponibilità a fare un ragionamento sulla Lombardia; ma sembra che M5S e Terzo Polo stiano facendo tattica e strategia in funzione di battaglie successive e non siano interessati al governo di Regione Lombardia. gb

 

 

© Riproduzione riservata
Commenti