Politica
Commenta

Mozione contro l'Ungheria al Ppe,
Salini vota insieme a Lega e FdI

L'europarlamentare cremonese sempre più lontano dalle posizioni di Forza Italia

L'europarlamentare cremonese Salini

Un altro indizio di un possibile e prossimo passaggio dell’europarlamentare cremonese Massimiliano Salini da Forza Italia a Fratelli d’Italia. Ieri, infatti, il parlamentare ha votato contro la risoluzione di Bruxelles che ha condannato l’Ungheria criticando l’ostruzionismo del paese guidato da Viktor Orbàn sugli aiuti all’Ucraina e sulla global minimun tax.

Il provvedimento ha spaccato in sede europea la maggioranza che sostiene il governo guidato in Italia da Giorgia Meloni, con Forza Italia che ha votato a favore (con tutto il gruppo del Ppe e ad eccezione di Salini) e con gli eurodeputati di Lega e Fratelli d’Italia che hanno invece votato contro. La risoluzione è stata alla fine approvata con 416 voti favorevoli.

Le posizioni di Salini, soprattutto per quanto riguarda la politica estera, sembrano quindi sempre più vicine a quelle di Fratelli d’Italia, partito a cui dovrebbe approdare presto, secondo le indiscrezioni circolate nei giorni scorsi e non smentite dall’interessato.

© Riproduzione riservata
Commenti