Cronaca
Commenta

Armi, crescono le licenze sul
territorio: nel 2021 erano 8.783

Cresce il numero dei cremonesi armati: dal 2018, quando le licenze per porto d’armi (per motivi di difesa personale, sportivi o di caccia) erano 6.655 si è arrivati al 2021 con 8.783 licenze. A pubblicare il dato è Il Giornale di Brescia. Dalla tabella emerge come a rimanere stabile, con tendenza al calo, sia il numero di coloro che possiedono un’arma per difesa personale: sono solo 30 in tutta la provincia. Questo, forse, anche grazie alle misure di accertamento sempre più stringenti messe in atto dalle autorità.

Aumentano invece i possessori di licenza per tiro a volo: se nel 2018 erano 4.023 e nel 2020 4.261, nel 2021 sono saliti a 4.645. Ma a fare la differenza sono soprattutto i cacciatori, che nel giro di pochi anni sono quasi raddoppiati. Nel 2018 erano infatti 2.597 i possessori di porto d’armi per attività venatoria, mentre nel 2021 erano 4.099.

Come ha evidenziato nel suo libro Giorgio Beretta, analista dell’Opal (Osservatorio permanente sulle armi leggere e le politiche di sicurezza e di difesa) di Brescia, potrebbe trattarsi di una “scorciatoia”, per cui molti chiedono il porto d’armi per motivi sportivi o di caccia pur di avere un’arma in casa. Beretta lo ha scritto chiaramente nel suo saggio, recentemente pubblicato, dal titolo “Il Paese della armi. Falsi miti, zone grigie e lobby nell’Italia armata”.

D’altro canto l’attenzione da parte delle forze dell’ordine sulla questione negli ultimi anni si è alzata notevolmente: periodicamente, infatti, Carabinieri e Polizia eseguono controlli a tappeto sui possessori di armi da fuoco, per verificare la regolarità della documentazione e la conformità delle armi detenute rispetto a quanto dichiarato nelle denunce di possesso.

Inoltre, la legge prevede l’obbligo della presentazione, ogni cinque anni, di una specifica certificazione medica attestante il possesso dei prescritti requisiti psicofisici, rilasciata dal settore medico-legale delle Aziende Sanitarie Locali o da un medico militare, della Polizia di Stato o del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco.

 

© Riproduzione riservata
Commenti