Cronaca
Commenta

Despar in via Giordano, presentata
in Comune la domanda di apertura

Aspiag Service Srl, concessionaria del marchio Despar in Triveneto, Emilia-Romagna e Lombardia, ha presentato in Comune la richiesta di Scia per l’apertura del supermercato di via Giordano. La pratica è stata avviata l’11 gennaio ed è una tappa fondamentale per far finalmente partire la media distribuzione alimentare di cui si sta parlando da almeno un decennio. Aspiag Service fa parte del Gruppo internazionale SPAR Austria e aderisce al Consorzio Despar Italia che riunisce tutte le concessionarie del marchio sul territorio nazionale.

“L’insegna Despar – si legge sul sito dell’azienda – identifica i supermercati di quartiere di superficie contenuta, con un assortimento di prodotti specifico per la spesa giornaliera. Le dimensioni ridotte e un ambiente familiare favoriscono la relazione con il cliente”.
L’area dell’ex Snum era stata acquistata dal Gruppo Findonati Spa dalla Cooperativa Monteverdi, che a sua volta l’aveva acquisita dal Comune che l’aveva inserita nelle aree da alienare. A sua volta la società che detiene il marchio Despar dovrebbe essere divenuta la proprietaria dell’area.

Molteplici le opere viabilistiche (e non solo) realizzate da Findonati tutto attorno al quadrilatero: nuovi marciapiedi, rotonde in via Cadore e via Giordano e soprattutto il recupero della piattaforma in laterizi che faceva parte delle fortificazioni seicentesche nella zona di porta Mosa. Questi recuperi, oltre alla ricostruzione del cavo della Cremonella danneggiato durante gli scavi, erano stati espressamente richiesti dalla Soprintendenza. gb

© Riproduzione riservata
Commenti