Commenta

Con il vescovo Lafranconi 800 ragazzi per la Giornata Mondiale della Gioventù

papa_giovani

Sarà grande la partecipazione della diocesi di Cremona alla 26esima Giornata Mondiale della Gioventà, in programma ad agosto nella capitale spagnola Madrid. Sono tre le partenze programmate dall’Ufficio diocesano per la Pastorale giovanile diretto da don Giampaolo Rossoni e da suor Paola Rizzi, cui bisogna aggiungere quelle di alcuni gruppi che viaggeranno autonomamente. E tra i cremonesi c’è anche una ragazza che in Spagna sarà impegnata nel servizio di volontariato del centro direzionale italiano. Il gruppo maggiore sarà in viaggio dal 10 al 26 agosto. Questa proposta, cui hanno aderito circa 400 ragazzi, prevede, in preparazione alle giornate centrali di Madrid, una settimana di soggiorno nella cittadina di Benicarlò (nella diocesi di Tortosa, con cui Cremona è gemellata). Raggiungerà successivamente Benicarló, una cittadina sul mare, nella Comunità autonoma Valenciana, per il gemellaggio con i giovani spagnoli. Tutte giornate, queste, caratterizzate anche da momenti di preghiera e di riflessione, e da visite vari luoghi caratteristici.

Dopo le giornate madrilene (15-22 agosto) il gruppo si trasferirà due giorni a Barcellona (pernottamento in alcuni ostelli) per un po’ di relax, con la possibilità di visitare i monumenti più importanti della città: dalla basilica del Sacro Cuore, da dove è possibile ammirare uno degli scorci più suggestivi della metropoli alla maestosa e incompiuta cattedrale della Sagrada Familia. E proprio nel grande edificio sacro, opera del genio di Gaudì, i cremonesi concluderanno la loro permanenza con una Santa Messa nella grande cripta: un privilegio davvero insperato. L’Eucaristia sarà celebrata nella mattinata del 25 agosto, poi nel pomeriggio il trasferimento al porto per l’imbarco e il ritorno in Italia, previsto per il giorno successivo, 26 agosto.

Un gruppo di 100 pellegrini, invece, partirà insieme al vescovo di Cremona, mons. Dante Lafranconi, con due aerei il 15 agosto. Giungeranno a Madrid per vivere solo le giornate centrali della Gmg: per loro ritorno previsto per il 22. Un altro volo, con una ventina di persone, è programmato per il 16 agosto (ritorno il 21): anche per loro la partecipazione al grande evento ecclesiale è ridotta alle giornate più importanti. La Chiesa cremonese sarà rappresentata anche da 150 giovani del Movimento Neocatecumenale e alcuni gruppi parrocchiali (oltre cento ragazzi) che hanno organizzato la propria trasferta autonomamente.

Le mattine dei giorni seguenti saranno impegnate dalle catechesi dei vescovi nelle diverse chiese della capitale (anche mons. Lafranconi è stato scelto come catechista e parlerà ai giovani per ben tre volte), mentre nel pomeriggio di giovedì 18, alle ore 16, si svolgerà la cerimonia di accoglienza di Benedetto XVI. Il giorno successivo, venerdì 19, nel pomeriggio, sarà celebrata la Via Crucis, mentre l’intera giornata di sabato 20 sarà dedicata al trasferimento di tutti i giovani nell’aeroporto militare di “Cuatro Vientos” dove, in serata, si svolgerà la veglia di preghiera presieduta dal Pontefice. In questa enorme distesa di terra rossa i ragazzi passeranno la notte con la possibilità di continuare a pregare in appositi spazi dove sarà esposto il Santissimo Sacramento. La mattina del 21 il Pontefice celebrerà l’Eucaristia e, al termine, annuncerà la sede della prossima GMG. A Madrid i gruppi troveranno posto in strutture pubbliche, soprattutto scuole e palestre. Ogni giovane iscritto alla GMG avrà dei voucher con i quali potrà consumare i pranzi e le cene nei locali della Capitale convenzionati con l’organizzazione (sono circa 6500!): primo, secondo e dessert il menù che verrà servito.

IL PROGRAMMA DELLA GIORNATA MONDIALE DELLA GIOVENTU’

La Giornata mondiale della gioventù sarà aperta ufficialmente alle ore 19 di martedì 16 agosto nella Piazza di Cibeles dall’arcivescovo di Madrid, card. Antonio María Rouco Varela, che presiederà una solenne Eucaristia concelebrata da tutti i vescovi e sacerdoti presenti. Subito dopo cena, invece, avrà inizio il Festival della Gioventù, una vera e propria kermesse culturale che occuperà tutte le serate madrilene con concerti, spettacoli, esposizioni, mostre, visite guidate ai musei, opere teatrali e molto altro. Le mattine dei giorni seguenti saranno impegnate dalle catechesi dei vescovi nelle diverse chiese della capitale (anche mons. Lafranconi è stato scelto come catechista e parlerà ai giovani per ben tre volte), mentre nel pomeriggio di giovedì 18, alle ore 16, si svolgerà la cerimonia di accoglienza di Benedetto XVI. Il giorno successivo, venerdì 19, nel pomeriggio, sarà celebrata la Via Crucis, mentre l’intera giornata di sabato 20 sarà dedicata al trasferimento di tutti i giovani nell’aeroporto militare di “Cuatro Vientos” dove, in serata, si svolgerà la veglia di preghiera presieduta dal Pontefice. In questa enorme distesa di terra rossa i ragazzi passeranno la notte con la possibilità di continuare a pregare in appositi spazi dove sarà esposto il Santissimo Sacramento.

La mattina del 21 il Pontefice celebrerà l’Eucaristia e, al termine, annuncerà la sede della prossima GMG. A Madrid i gruppi troveranno posto in strutture pubbliche, soprattutto scuole e palestre. Ogni giovane iscritto alla GMG avrà dei voucher con i quali potrà consumare i pranzi e le cene nei locali della Capitale convenzionati con l’organizzazione (sono circa 6500): primo, secondo e dessert il menù che verrà servito.

LA VOLONTARIA CREMONESE

Tra i cremonesi anche un volontario: si tratta di una giovane di Casalmaggiore che presterà servizio presso “Casa Italia”, il centro di coordinamento dell’Ufficio nazionale di pastorale giovanile da dove sarà garantita l’accoglienza di tutti i pellegrini italiani. Si tratta di Anna Braga, 24 anni, di Casalmaggiore, insegnante nella scuola primaria. Anna partirà il 1° agosto alla volta di Roma, dove conoscerà i suoi “colleghi”: altri 15 ragazzi provenienti da tutta la penisola, scelti dal servizio nazionale di pastorale giovanile. Il giorno successivo l’intero staff si trasferirà nella capitale spagnola per allestire «Casa Italia» in una scuola messa a disposizione dal Ministero degli esteri italiano, a pochi passi dal Comitato organizzatore spagnolo.

GLI ORATORI PARTECIPANTI

Sono 46 gli oratori della diocesi di Cremona che parteciperanno alla Giornata Mondiale della Gioventù di Madrid (sarà possibile seguire la loro trasferta sul sito della diocesi) con le proposte dell’Ufficio per la Pastorale giovanile diocesana: Fornovo San Giovanni, Mozzanica , Agnadello , Viadana Castello, Brignano Gera d’Adda, Cassano Annunciazione, Cassano San Zeno, Cassano Cristo Risorto, Vailate, Pandino, Romanengo, Soresina, Acquanegra, Fengo, Roggione, San Sebastiano (Cr), S. Francesco (Cr), S. Ambrogio (Cr), S. Ilario (Cr), S. Michele (Cr), Cristo Re (Cr), Boschetto, Dosimo, Pessina, Isola Dovarese, Bonemerse, Bozzolo, Pieve San Giacomo, Salina, Casalmaggiore San Leonardo, Casalmaggiore Santo Stefano, Martignana Po, Pizzighettone, Robecco d’Oglio, Paderno Ponchielli, Vicobellignano, S. Matteo delle Chiaviche, Calvatone, San Martino dall’Argine, Sospiro, Piadena, Vescovato, Scandolara Ripa d’Oglio, Covo, Motta Baluffi, Grumello.

A questi bisogna aggiungere i cinque oratori che si muoveranno autonomamente: Antegnate, Rivarolo Mantovano, Beata Vergine di Caravaggio in città, Cassano Cascine San Pietro, San Daniele Po. A Madrid saranno presenti 37 sacerdoti cremonesi e 6 suore adoratrici del Santissimo Sacramento.

 

© Riproduzione riservata
Commenti