Ultim'ora
7 Commenti

Ordine del giorno dei democratici: “Migranti, confronto in consiglio” E la Lega regala biglietti per i musei ai cremonesi

Il Partito democratico interviene sulla questione migranti. Lo fa con un ordine del giorno diretto al consiglio comunale, e lo fa a un paio di giorni dalle polemiche nate dalle parole del segretario provinciale della Lega, Simone Bossi, che dalle colonne del quotidiano La Provincia ha così commentato: “Prima pensiamo ai nostri”; praticamente immediata la risposta del parlamentare democratico Luciano Pizzetti: “Parole inaccettabili” (leggi l’articolo). Tutto è scoppiato dopo l’accoglienza dei profughi in Comune e l’annuncio dell’iniziativa che prevede per loro visite ai musei. Ora arriva anche un odg, firmato dai consiglieri Alessandro Corradi, Maura Ruggeri, Caterina Ruggeri e Annamaria Abbate, che più in generale intende porre l’attenzione sulla presenza di persone immigrate nel cremonese. Presenza che “troppo spesso viene sottaciuta per mantenere gli equilibri politici della maggioranza”, come affermato da Corradi. “E’ con forza dunque che richiamiamo l’amministrazione tutta e il consiglio comunale a prendere una posizione forte che metta al centro la persona nell’agire di chi fa politica – ha continuato Corradi – rendendo coerentemente onore alla tradizione solidaristica dei cremonesi e a chi quotidianamente si spende in modo professionale e a titolo di volontariato verso i più fragili siano essi giovani, anziani, italiani o stranieri”.

“Il tema dell’immigrazione, infatti, non può essere affrontato solo a partire dal ruolo degli immigrati per la vita economica del Paese, né può essere confuso con la questione della sicurezza e della legalità, oppure ridotto a un mero problema di autorizzazioni all’ingresso e alla residenza nei nostri confini”, si legge nel documento. “L’approccio rozzo ed ideologico della Lega Nord cremonese che si oppone ad iniziative apprezzabili della stessa Giunta di cui fa parte – prosegue il testo -, rischia solamente di fomentare sentimenti di rabbia e intolleranza, ponendosi così in modo irresponsabile ed in controtendenza rispetto a quello che da sempre è l’atteggiamento dei cremonesi”.

“A seguito degli ultimi e frequenti arrivi sul territorio cremonese – conclude l’ordine del giorno – si impegnano il Sindaco e gli assessori  ad avviare un percorso di confronto con il consiglio comunale, attraverso  le commissioni competenti ed aperto ai soggetti attivi nel campo degli interventi destinati ai migranti, riguardo:  il sostegno e le iniziative messe in campo per l’accoglienza dei migranti provenienti da Lampedusa, le politiche e le iniziative che si occupano dell’accoglienza di precise categorie di migranti (minori stranieri non accompagnati, donne sole, rifugiati e richiedenti asilo), le politiche a sostegno dell’integrazione dei migranti in generale”.

LA LEGA: BIGLIETTI GRATIS PER I MUSEI AI CREMONESI

Di seguito il comunicato del Carroccio sulla questione migranti:

Premesso che nessuno di noi ha attaccato o suggerito ne alla “Caritas” ne alla “Casa dell’accoglienza” quale sia la loro missione sociale.
Anzi addirittura non sono stati nemmeno lontanamente citati nelle nostre dichiarazioni apparse sui quotidiani, poi regolarmente manipolate e strumentalizzate dai vari esponenti politici di sinistra e da quanto letto non solo di sinistra, di turno.

Facciamo invece buon uso delle dichiarazioni odierne raccogliendo il suggerimento regalatoci oggi da chi ci contesta: “Il leghistissimo sindaco Tosi li fa addirittura lavorare”.
Bene. Facciamolo anche noi, questa ci sembra un’ottima soluzione preso atto che lo stato gli paga vitto e alloggio. Nelle prossime settimane ci piacerebbe vederli impegnati in lavori socialmente utili, visto il grande sforzo che il nostro paese sta facendo grazie all’impegno messo in campo dal ministro Maroni per garantire loro asilo politico, che, se veramente Libici, hanno tutto il diritto di avere.

Quello che invece non possiamo politicamente accettare è che vengano ricevuti in pompa magna al suono di archi e violini nelle sale comunali e che gli si conceda di visitare gratuitamente i nostri musei in segno di un finto buonismo che ha veramente ormai nauseato anche gli stomaci più pazienti. Come segreteria Provinciale Lega Nord sabato mattina saremo in Piazza Roma con un gazebo, per regalare con un piccolo gesto simbolico alcune decine di biglietti pre-pagati per visitare i musei cremonesi dalle ore 10.oo alle ore 13.00 ai cittadini cremonesi che si presenteranno.

Speriamo solo che tra le  prossime iniziative dell’ “assessore alla cittadinanza” del comune di Cremona non ci sia una gita di piacere a Gardaland perchè autotassarci anche per quello ci risulterebbe un pò troppo caro.

Lega Nord Segreteria Provinciale


 

© Riproduzione riservata
Commenti