Commenta

Albanesi da Cremona alla Romagna per piazzare prostitute: in arresto

Prostitute-

Da Cremona alla riviera per fare soldi grazie alla prostituzione. La indagini parlano di due giovani albanesi, residenti nella nostra provincia, che sfruttando la stagione estiva hanno deciso di muoversi alla volta della costa adriatica per piazzare “lucciole” sulle strade del posto, cambiando albergo ogni quattro o cinque giorni così da non dare nell’occhio. I due hanno 29 e 27 anni, si chiamano Gjergji Zotaj e Alfred Sulejmani, e sono stati incastrati dai carabinieri di Cesenatico. L’attività investigativa è iniziata nel mese di luglio e ha permesso di stringere le manette ai polsi di entrambi, accusati di concorso e favoreggiamento della prostituzione. Denunciato a piede libero anche un terzo albanese – anche lui residente in provincia di Cremona – non presente quando è scattata l’operazione, ma il cui nome è emerso nel corso delle successive verifiche.

Con un Peugeot 206 i ragazzi finiti nel mirino dell’Arma accompagnavano sulle vie della zona di Cesenatico tre romene per farle prostituire e dopo ore tornavano a riprenderle. Giovedì sera, però, questa loro routine è stata spezzata dai carabinieri, i quali, dopo vari appostamenti, hanno inseguito la Peugeot che aveva appena lasciato sul marciapiede due donne e sono poi riusciti a fermare i due albanesi. Con loro la terza romena: sarebbe stata “scaricata” in un posto poco distante. In auto anche un coltello: da qui anche il reato di porto abusivo.

 

© Riproduzione riservata
Commenti