Commenta

Scommesse, verso nuovi processi sportivi Importanti conferme da Micolucci

calcioscommesse

Con la parte centrale della stagione estiva a tenere banco, nella questione calcioscommesse, è stato il versante sportivo. Solo un paio di giorni fa sono state rese note le decisioni della corte di giustizia federale dopo gli appelli seguiti alle sanzioni della commissione disciplinare (leggi l’articolo). Più ci si avvia al termine dell’estate, però, e più ci si avvicina a un ritorno delle attenzioni sull’inchiesta cremonese. Gli investigatori non hanno mai smesso, però, di darsi da fare.

L’indagine, come scritto nei giorni scorsi, va avanti. Si attendono sviluppi importanti. Nelle mani degli investigatori quanto uscito dalle verifiche tecniche sui materiali finiti sotto sequestro. E all’orizzonte si profilano nuovi processi sportivi. Lo si evince dalle parole del procuratore della Repubblica di Cremona Roberto di Martino (nella foto) intervistato dalla Gazzetta dello Sport. Parla di passi in avanti che potranno essere fatti nei prossimi mesi grazie agli elementi raccolti e di altri processi sportivi che partiranno dalle indagini cremonesi.

Il quadro accusatorio, per alcune posizioni, ha visto un rafforzamento. E tra chi ha collaborato in maniera importante c’è l’ex giocatore dell’Ascoli Vittorio Micolucci, coinvolto nell’inchiesta. Dopo le sue esternazioni nell’ambito della giustizia sportiva ha parlato in interrogatorio anche nell’ottica dell’inchiesta di Cremona. Da lui conferme importanti per le indagini, che porterebbero al gruppo degli scommettitori ‘zingari’ e al loro numero uno Almir Gegic.

 

 

 

© Riproduzione riservata
Commenti