Commenta

Nessun affidamento condiviso se i genitori sono in conflitto

bambino-divorzio

Nessun affidamento condiviso quando vengono a mancare una “buona alleanza” tra genitori separati e un “profondo rispetto” dei ruoli. Tutto ciò per tutelare la crescita e la condizione psicologica del bambino. O della bambina, nel caso su cui si è da poco espressa la Cassazione dopo i giudizi del tribunale di Cremona e della Corte d’appello di Brescia. L’affido, in primo grado, era stato stabilito in maniera condivisa. Ma a Brescia la situazione era cambiata radicalmente: bambina solo alla madre considerati i rapporti difficili e ostili col marito e con la famiglia dell’uomo. Un provvedimento, questo, confermato in Cassazione, al fine di preservare il corretto sviluppo della piccola, che altrimenti sarebbe finita a doversi adattare a “due realtà diverse e nemiche”.

 

© Riproduzione riservata
Commenti