Commenta

Tramonti di fine estate, tra contemplazione del cielo e piatti di stagione

tramonti

Domenica 4 settembre dalle 20 alle 23,30 alla Locanda del Carrobbio (via Castelverde 54 – Cremona), la serata “Tramonti di fine estate”.  “La contemplazione della volta celeste, da sola, suscita nella coscienza primitiva un’esperienza religiosa”. Queste parole, prese dal Trattato di storia delle religioni di Mircea Eliade, bastano a confermare che la somiglianza tra i popoli civilizzati e i cosiddetti primitivi non risiede soltanto nelle brutali costumanze della crudeltà. Qualunque essere umano che non sia totalmente degenerato sul piano della sensibilità, sarà lieto di avvertire questa somiglianza ogni volta che innalza gli occhi al cielo.
Con l’intento di rendere questa contemplazione ancor più consapevole, alla serata, si potranno assaporare i prelibati frutti che la Terra produce tra la fine d’estate e l’inizio d’autunno, poi, dopo, immergersi nelle luminose fosforescenze dei frutti del Cielo: gli astri.

Dalle ore 20 si potrà degustare piatti a base di zucca, funghi e altri innumerevoli alimenti di stagione, previa gradita prenotazione (0372 560963 – 333 3821955). Dalle ore 21, dopo una breve esposizione introduttiva sulla ‘mappa del
cielo di fine estate’ a cura degli esperti astrofili cremonesi, sarà possibile osservare la volta celeste, sia a occhio nudo, sia avvalendosi degli strumenti telescopici ‘da campo’, messi a disposizione dalla Specola cittadina.

La serata del 4 settembre sarà anche l’ultima occasione per visitare la mostra fotografica di Vittorio Dotti dal titolo allestita da alcuni mesi nelle sale interne del Carrobbio. In caso di maltempo l’incontro si svolgerà lo stesso; con la limitazione, però, che l’osservazione della volta celeste avverrà soltanto attraverso una simulazione virtuale.

© Riproduzione riservata
Commenti