2 Commenti

Crema sotto shock: fiamme appiccate al banchetto dei manifestanti

farm

(sopra, la farmacia del sindaco Bruno Bruttomesso)

Fiamme e urla al presidio che i centri sociali hanno organizzato sabato mattina a Crema, per il diritto alla casa, in piazza Mercato. Attorno alle 9,45 i manifestanti, dopo essere stati impegnati in volantinaggio assieme a Claudiu Mihai, il romeno che era arrivato a raggiungere il tetto del palazzo dove abitava per combattere contro lo sfratto (e che stamattina è giunto in piazza con una camicia da farmacista e una fascia tricolore da primo cittadino), hanno improvvisamente visto alcune fiamme divampare a poca distanza da loro. Un dipendente della farmacia del sindaco Bruno Bruttomesso pare essere uscito e aver cosparso attorno al banchetto dell’alcol, o comunque del liquido infiammabile, per poi accendere il fuoco. Una grossa fiamma è durata qualche secondo. Grande la confusione, immediato l’intervento della Digos. Al pronto soccorso per le esalazioni una manifestante (dimessa, pare, con prognosi di tre giorni).

 

 

© Riproduzione riservata
Commenti
  • elia

    con questo fatto ci sono gli estremi per fare una denuncia contro il dipendente di Bruttomesso e la richiesta di una visita spichiatrica con eventuale ricovero preventivo . saluti Elia sciacca

  • RastaRosso

    che bastardi!!!! non riuscirete a fermarci ROSSI SEMPRE