Un commento

Secondo incontro Lions Club Cremona “I salotti nel Risorgimento italiano” con il prof. Giancarlo Corada

lions

Nella serata di giovedì 13 ottobre a Palazzo Trecchi si è tenuto il secondo meeting del Lions Club Cremona Duomo. Il prof. Giancarlo Corada relatore sul tema: “I salotti nel Risorgimento italiano”. Ospite: il vice Governatore Dino Gruppi.

Il resoconto del Lions Club Cremona Duomo
Come ha spiegato il professore l’argomento è tutt’altro che frivolo. E’ un fenomeno complesso e articolato diverso da città a città. Il modello è quello francese, deriva dall’esperienza francese del 1600 continuata poi nel 1700 dove però prevaleva l’aspetto letterario e si parlava d’amore e di filosofia. La salonnière, vale a dire la padrona di casa, gestiva il salotto e faceva gli inviti prediligendo a Milano e a Firenze intellettuali e politici. I salotti ospitavano uomini e donne, mentre i caffè, luoghi pubblici, erano frequentati solo da uomini. Vi era pure gioco di seduzione e intreccio di rapporti anche amorosi. La conversazione era comunque l’elemento chiave. A Milano e Firenze era prevalente l’aspetto politico. Firenze e Milano sono le due città dove i salotti hanno avuto una funzione particolare. All’epoca il concetto di libertà d’opinione non era assolutamente considerato. La nobiltà era prevalentemente austriacante.
A Milano no. I salotti erano in funzione di dare spazio alle idee politiche che non potevano esprimersi altrimenti. E lo stesso avveniva a Firenze. I salotti avevano una funzione politica. Erano diverse le situazioni ma le modalità sono le stesse. Intrecci di seduzione e discorsi politici coesistevano. Si rimane colpiti, esaminando i documenti dell’epoca cronache e lettere, dall’intelligenza e dalla preparazione delle donne che frequentavano i salotti. E’ un risorgimento pluralistico e multiforme. Ogni gruppo sociale si presentava con un proprio programma però tutti miravano all’unità e all’indipendenza dallo straniero e sentivano l’esigenza
di una burocrazia snella, moderna. In pratica i salotti erano i luoghi dove si discuteva di cose proibite.

© Riproduzione riservata
Commenti