Economia
Commenta2

La Sperlari dei 175 anni Non solo industria del Natale ma anche cioccolato e praline

175 anni dalla fondazione, da quel 1836 quando Enea Sperlari aprì nel cuore della città un negozio di produzione e vendita di specialità tipiche, festeggiati non a colpi di torrone ma a colpi di cioccolato. La storica azienda cremonese Sperlari, leader nel mercato del torrone, delle caramelle e della mostarda, celebra il proprio compleanno con il lancio di una nuova serie di prodotti al cacao. Le praline, chiamate Brillanti o Gianperle, sono le due chicche pensate per l’occasione in cinque versioni differenti. La Sperlari fa parte del gruppo Leaf Italia, costituito nel 2001 proprio dall’integrazione di Sperlari Socalbe, e vale un quarto dei suoi 170 milioni di fatturato totali, ossia 40 milioni nel 2010. L’impianto cremonese è in grado di confezionare fino a sei milioni di caramelle al giorno e oltre dieci milioni tra torroni e torroncini all’anno. Una vera e propria potenza nel mercato dei prodotti di tradizioni che decide di buttarsi nel comparto del ciccolato. E non a caso: nel 2010 il mercato dei prodotti a base di cacao ha fatto registrare il miglior risultato per quanto riguarda il made in Italy alimentare, con un incremento di 4% in volume e 8,9% in valore. Le novità al cioccolato però non devono far preoccupare i consumatori più legati alla tradizione. La Sperlari non romperà col passato. La sede operativa centrale continuerà la propria attività nei prodotti da ricorrenza. Ancora torrone, dunque, con una grande novità: una bontà al gusto di cioccolato che non si manifesta più solo a Natale.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti