18 Commenti

Maiale con coda… polemica Il Pd interroga: “Chi ha rilasciato i permessi?”

demicheli

(Sopra, l’assessore Claudio Demicheli, organizzatore della festa)

Maiale con coda polemica. Chi ha sponsorizzato la manifestazione terminata ieri al piazzale Azzurri d’Italia? Chi ha chiesto i necessari permessi e chi li ha rilasciati? E come mai sul volantino dell’iniziativa non compare né il logo del Comune né il nome di chi ha organizzato l’evento? La terza edizione della festa “Del maiale non si butta via niente” finisce in Consiglio Comunale. A chiedere all’amministrazione di far luce su alcuni ‘coni d’ombra’ della tre giorni dedicata al maiale è il Pd attraverso le consigliere Elena Guerreschi, Caterina Ruggeri e Alessia Manfredini.

“Anche quest’anno – spiegano le esponenti dell’opposizione – viene riproposta la festa del maiale dall’Assessore alle Periferie (Claudio Demicheli; ndr) e la domanda che sorge naturale è: era proprio necessaria un’altra manifestazione sul tema ‘maiale’, visto che a Cremona si è appena conclusa la festa del salame?”.

“In occasione di questa nuova edizione – proseguono Guerreschi, Ruggeri e Manfredini -, restano inevase alcune domande già avanzate all’Assessore De Micheli. Pertanto chiediamo nuovamente all’Assessore De Micheli per quale motivo l’Assessorato alle periferie organizza un momento partecipativo senza coinvolgere il neo comitato del quartiere Po”.

Domandano poi le consigliere del Pd: “Chi sono i privati che collaborano (a detta dell’Assessore, del tutto volontariamente senza chiedere compensi, anzi gli stessi fanno pure beneficenza) per l’organizzazione e la realizzazione della festa? Chi sponsorizza economicamente la manifestazione? Come mai sul volantino di un evento pubblico  è assente il logo del Comune e la dicitura di chi organizza? Chi ha richiesto i necessari permessi e chi li ha rilasciati?”.

“Chiediamo – concludono guerreschi, Ruggeri e Manfredini – maggiore trasparenza all’Assessore, che ormai da due anni tergiversa sull’argomento, con un atteggiamento riluttante che ci induce sempre più a pensare che la festa del maiale sia in realtà una festa di parte mascherata da evento pubblico. In ogni caso, depositiamo debita interrogazione all’Assessore con risposta orale, sperando stavolta di ottenere la dovuta chiarezza”.

 

 

Ecco il testo integrale dell’interrogazione:

 

INTERROGAZIONE a risposta orale circa la decisione di riproporre una nuova edizione del “maiale non si butta via niente” e per conoscere quale il ruolo dell’Ufficio Periferie e della struttura comunale.

Le sottoscritte consigliere comunali,

PRESO ATTO dell’ennesima festa al maiale organizzata dall’Assessorato alla partecipazione del Comune,

interrogano il Sindaco per conoscere:

– come mai, a dispetto del protagonismo dell’Assessore Demicheli, il volantino diffuso non riporta alcun logo del Comune, né l’indicazione del privato che organizza, né di chi ha la responsabilità dell’iniziativa;

– quali permessi ed autorizzazioni sono state richieste e a quali enti/amministrazioni (ASL, WW.FF., COMMISSIONE PUBBLICI SPETTACCOLI, ECC. ECC.), per conto di chi sono stati richiesti e quando sono stati  rilasciati;

– se era proprio necessario far seguire, a distanza di pochi giorni della Festa del Salame, un’altra iniziativa analoga;

– visto il ruolo dell’Ufficio Periferie, se sono stati realizzati  momenti partecipativi con il neo comitato del quartiere Po e/o di altri gruppi attivi presenti nella zona di svolgimento dell’evento godereccio;

– chi sono i soggetti privati coinvolti nell’organizzazione e nella sponsorizzazione dell’iniziativa.

– infine, chiediamo di sapere in quale pagina del bilancio 2011 è inserita la voce e il PEG  di riferimento  all’iniziativa in oggetto.

 

Elena Guerreschi

Caterina Ruggeri

Alessia Manfredini


 

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Eolo Quattroventi

    Uff… la musica è sempre la stessa, evidentemente il disco deve essersi rotto e costoro continuano a chiedere sull’argomento sempre le stesse cose…che barba. Vi da fastidio il successo che la manifestazione ha avuto, vero?

    • Ioio33

      terzo anno con successo e terzo anno con interrogazione del PD … Ma non hanno nient’altro da fare di costruttivo per la città i consiglieri dell’opposizione invece di rimandare, come scrive “Eolo”, il solito disco rotto??? E’ stata una tre giorni bella e coinvolgente per chi ha partecipato … Invece di “interrogare”, l’anno prossimo,alla quarta edizione della festa, andate a divertirvi insieme ai cittadini cremonesi, care Ruggeri, Guerreschi e Manfredini.

      • bruno

        A proposito di “dischi rotti” mi segnero’ sul blok notes che “del maiale non si butta via niente”..caso mai me lo dovessi dimenticare…

        • angela

          che spiritosone! se avessi partecipato alla festa adesso saressti meno sarcastico ed un tantino piu’simpatico.Forse.

        • janet

          se tu fossi un maiale ti butterei via tutto altro che non si butta via niente …

          • bruno

            Povero “maiale”: chi ti vuole buttare via tutto, chi ti dispezza come i mussulmani, chi ti ama e non vuole buttare via niente di te, insaccato ed affettato per la “buona tavola”. Tra chi lo ama e chi lo odia e’ come sceglier tra la brace e la padella.

  • UOVA, GALLINA E SALAME

    Vecchia domanda, è nato prima l’uovo o la gallina? Mentre non dovrebbero esserci dubbi, prima il maiale, poi il salame.
    E su questo punto, purtroppo, la sinistra spietata ha preso in castagna il nostro assessore Claudio Demicheli, presentando una ponderosa interrogazione, a risposta orale: perché Demicheli ha organizzato la “Festa del maiale” appena dopo quella del salame e non prima?

    Cremona 25 10 2011 http://www.flaminiocozzaglio.info

    • ALLORA DICCI PERCHE’ NON SI E’ MAI POTUTO SAPERE QUANTO COSTA AL COMUNE E QUINDI ALLA COMUNITA’: LORO NON RISPONDONO
      RISPONDI TU

    • bruno

      A ciascuno la sua “festa”: a taluni quella del “maiale” ed ad altri quella del “salame”…

      • Gigi

        Sara’ per il porcellum ??

        • bruno

          Buona idea! Chiamiamola “saga del pursell” e li mettiamo d’accordo tutti.

  • angela

    IMPIEGARE MEGLIO IL TEMPO RISERVATO IN COMUNE NO!!!CHE BARBA,CHE NOIA;CHE NOIA,CHE BARBA….CON TUTTI I PROBLEMI CHE ABBIAMO!!!

  • janet

    sempre la stessa domanda…se al comune e quindi a noi cittadini non costa niente , e se non hanno fatto niente di illecito ma solo una festa per non pensare , anche se solo per qualche ora ai problemi quotidiani che non sono pochi e che sono quelli che dovrebbero preoccupare veramente le tre consigliere ,non vedo cosa ci sia da interrogare . si vede che non avete proprio niente da fare. Se non sapete come passare il tempo andate in giro per la città a chiedere ai cremonesi quali sono i problemi veri che gli affliggono …

    • bruno

      ..ma per andare in giro a chiedere ai cremonesi “quali sono i problemi che li affligono” non c’e’ gia’ un assessore “ai rapporti oon i cittadini”?…

      • angela

        Forse l’assessore era li sotto al tendone anche x questo motivo ed anche se febbricitante x giunta!!!

        • bruno

          …allora sul volantino hanno dimenticato di scrivere che alla festa c’era aperto anche lo “sportello amico dei cremonesi”?…

          • janet

            ma allora deciditi doveva esserci o no ?????????siete sempre uguali voi comunisti non cambierete mai ….sono cambiati anche i comunisti di cuba ma voi no …vi rode non poter fare quello che ne avete voglia vero ? come avete fatto fino a ieri purtroppo ….

          • bruno

            Pero’ i “problemi dei cittadini” e la “festa per non pensare” sembrano due cose di natura opposta, specie per un funzionario pubblico. Ancor di piu’ se trattasi di “maialata”.