Cronaca
Commenta5

Ascom, pronti a scendere in campo per il rilancio di Corso Garibaldi

Ztl, via Dante, la nuova pavimentazione dei corsi, parcheggi a pagamento e Natale 2011. Ma anche, a sorpresa, la possibilità che sia l’Ascom a farsi carico di un progetto urbanistico di rilancio di corso Garibaldi. E’ stata una panoramica a tutto campo e non priva di spunti critici quella tracciata ieri sera dal presidente Claudio Pugnoli nel corso dell’assemblea dell’associazione.

Di fatto riassorbita la polemica sull’organizzazione del Natale, restano irrisolti i nodi sulla viabilità e, più in generale, sui rapporti tra l’associazione e l’amministrazione.

Pugnoli è entrato subito nel vivo attaccando “l’alto costo della spesa pubblica”, la “burocrazia opprimente” e “le amministrazioni che scaricano su chi produce inefficienza e incapacità di fare scelte coraggiose”.

“Se manca un progetto per la città – si è domandato Pugnoli nel corso dell’introduzione al suo intervento – come può esserci per le nostre imprese? Questa amministrazione considera accettabile che i nostri negozi chiudano per scelte irresponsabili nei cantieri, nella Ztl”.

Invocando uno stop ai “supermercati, piccoli o grandi che siano”, il presidente ha chiesto più attenzione per la città: “Più parcheggi, meglio segnalati, miglior viabilità. Più arredo urbano, più illuminazione”. E ancora, “miglior trasporto urbano, più agevolazioni e non più tasse per chi investe su Cremona”.

 

ZTL – Decisamente critico sull’ampliamento: “Ma è davvero il caso di estenderla ulteriormente? L’estensione media delle isole pedonali è di 0,34 mq/abitante, un terzo della nostra. E qui mancano le infrastrutture per farla funzionare”.

A questo proposito, Pugnoli si è riallacciato al capitolo parcheggi: “Il centro di Cremona è il più grande della Lombardia dopo Milano ed è servito da pochi parcheggi. Quello di piazza Marconi è facilmente accessibile solo a ore e giorni alterni, dato che si persiste nella chiusura serale della ‘cortina elettronica’ e si è sacrificato al mercato il percorso via Manzoni-via Monteverdi il mercoledì e il sabato”.

L’Ascom, ha tirato le fila il presidente, “è contraria ad ogni ulteriore allargamento se prima non verranno create le condizioni per renderlo sostenibile”.

 

VIA DANTE – “Un progetto sviluppato solo a metà – ha detto Pugnoli – di certo non può funzionare al meglio. Manca ancora un progetto e non abbiamo visto un piano del cantiere. Al sindaco e ai suoi assessori i commercianti chiedono di inserire la questione tra le priorità”.

 

I CORSI – La “giunta del fare”, ha ammonito in merito alla nuova pavimentazione in corso Matteotti e Vittorio Emanuele, “nel caso specifico dribbla d’incanto la sua indispensabile premessa: il pensare, senza la quale anche le buone iniziative si risolvono in un fallimento. Quello che va assolutamente evitato è che la nuova pavimentazione possa rappresentare la premessa di allargamento della Ztl”.

 

CORSO GARIBALDI – Capitolo a parte per corso Garibaldi. “Da tempo – ha ricordato Pugnoli – la nostra posizione è chiara: senso unico, marciapiedi allargati, nuovo arredo urbano. L’assessore Zanibelli, a marzo, ha dichiarato: ‘Entro maggio sarà presentato un progetto’. Ma questo progetto ancora non l’abbiamo visto”.

“Siamo disposti, in prima persona – ha dunque annunciato -, a contattare un urbanista di chiara fama per elaborare un progetto adeguato all’obiettivo che vogliamo darci”.

 

f.c.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

 

© Riproduzione riservata
Commenti