Un commento

Non solo Cda: anche i compensi ai revisori nel dossier del Comune sulle partecipate

comune-partecipate

Nel dossier sulle partecipate voluto dal sindaco Oreste Perri vengono indicati anche i compensi erogati nel 2010 ai collegi sindacali nei quali risultano presenti revisori nominati dal Comune di Cremona.

I collegi sono tre: AEM Spa, Cremona Fiere e Afm.

AEM Spa: Al presidente del collegio dei revisori sono andati 39.104 euro lordi, mentre 27.574,11 euro sono andati al primo sindaco e 24.671,92 euro al secondo.

CREMONA FIERE: 8.203,24 euro è il compenso erogato al sindaco effettivo.

AFM Spa: 4.800 euro al presidente del collegio e 3.200 euro al sindaco effettivo.

 

CREMONA SOLIDALE – Il documento preparato dagli uffici comunali prende poi in considerazione i compensi per gli amministratori dell’Azienda Speciale Cremona Solidale. Per quanto riguarda le Aziende Speciali, la legge prevede che non possano essere erogate indennità, ma solo il rimborso delle spese sostenute e, se previsti, gettoni di presenza di importo non superiore a 30 euro a seduta.

Per l’anno 2010, si legge nel dossier del Comune, al presidente dell’Azienda, Fabrizio Ruggeri, sono stati corrisposti 15.360 euro lordi oltre oneri riflessi. Al vicepresidente Giuseppe Foderaro e ai consiglieri (Ilaria Giordano, Fabio Grassani, Mauro Bettoni) è stato corrisposto un compenso pari a 10.800 euro lordi oltre oneri riflessi.

 

FONDAZIONI – Tre le fondazioni operanti a Cremona: Teatro Ponchielli, Stradivari/Triennale, Città di Cremona.

 

PONCHIELLI: il consiglio di amministrazione e il collegio sindacale non percepiscono alcun compenso.

STRADIVARI: Consiglio di Amministrazione e Collegio Sindacale percepiscono gettoni di presenza che non superano l’importo di 30 euro a seduta giornaliera.

CITTA’ DI CREMONA: Al presidente (nel 2010 Umberto Lonardi) sono andati 717,04 euro mensili pari a 8.605 euro lordi annui. Ai sei consiglieri sono andati 448 euro mensili, pari a 5.377 euro lordi annui.

I tre revisori del collegio sindacale della Fondazione, precisa il documento del Comune, hanno maturato per l’anno 2010 un compenso di 19.321,44 euro rinunciando a 7.248,34 euro (pari al 37,5% del compenso totale).

 

ALTRI ENTI – L’ultima parte del dossier è dedicata all’Azienda Sociale del Cremonese e al Consorzio autorità d’Ambito Cremonese (ATO, l’authority per l’acqua).

 

AZIENDA SOCIALE – Il Consiglio di amministrazione ha deciso di congelare le indennità alla luce della nuova normativa sulle aziende speciali. L’indennità annuale percepita dal collegio sindacale dell’Azienda Sociale ammonta a 7.714 euro per il presidente e 5.143 euro per i due componenti (Maurizio Franzini e Michele Cesura).

 

ATO – I membri del Cda dell’Atto svolgono la loro attività a titolo onorifico e gratuito ai sensi della legge regionale n. 26 del 12 dicembre 2003.

 

VENERDI’ IN COMMISSIONE – La ricognizione sui compensi degli amministratori delle partecipate sarà al centro della riunione della Commissione Vigilanza convocata per venerdì 28 alle 15 in Comune. Sarà presente anche il sindaco Perri per una relazione.

 

f.c.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Rastelli Flavio

    Una puntualizzazione, ATO, oggi Ufficio d’Ambito, non è un ente del Comune ma una Azienza Speciale della Provincia di Cremona