Commenta

Il parlamentare Ue De castro alla Fiera del Bovino Cremona: «In arrivo regolamento per tutela dei formaggi Dop e Igp»

de-castro

La UE approverà a brevissimo un regolamento comunitario per la tutela dei formaggi DOP e IGP: l’annuncio arriva dal presidente della Commissione Agricoltura al Parlamento Europeo Paolo De Castro, ospite venerdì mattina a Cremona in occasione della 66esima Fiera Internazionale del Bovino da Latte: “Il 10 novembre concluderemo un accordo politico che, molto probabilmente, si tradurrà in un regolamento di straordinaria importanza per tutto il sistema del latte”. De Castro ha parlato nel corso dell’appuntamento che il Partito Democratico – rappresentato dal presidente del Forum Politiche Agricole Enzo Lavarra – ha inteso dedicare alle prospettive del mondo agricolo in vista della riforma comunitaria.

Protagonista al tavolo, il relatore per la riforma PAC al Parlamento Europeo Luis Calpoulas Santos, che ha dichiarato: “Non sarà semplice, in una realtà eterogenea come quella della UE, individuare un modello condiviso da tutti i Paesi. Il settore agricolo deve necessariamente  essere aiutato per risultare competitivo: la mia porta è sempre aperta per raccogliere informazioni e istanze”. Perché le 600 pagine del piano di riforma presentato lo scorso 12 ottobre dal commissario europeo per l’agricoltura Dacian Cioloş sembrano non convincere proprio nessuno . Tra i punti da revisionare Santos cita “i pagamenti diretti agli agricoltori; il ’greening’  che rischia di penalizzare fortemente le aree più produttive tra cui la regione del Po; il concetto di ‘agricoltori attivi’ che continua a privilegiare chi non vive esclusivamente di agricoltura (compresa, incredibilmente, la regina d’Inghilterra); il sistema di supporto ai piccoli agricoltori, che nella UE sono il 30% ma occupano solo il 3% del territorio”.

De Castro, dal canto suo, ha sottolineato il bisogno di “agire in tempi rapidi per concludere il negoziato entro la primavera del 2013”. In virtù della codecisione, quello tra Commissione e Parlamento europeo sarà un vero e proprio braccio di ferro: “Servono proposte concrete da formalizzare quanto prima. Le parole d’ordine sono chiare a tutti: semplificazione burocratica e flessibilità. Vanno introdotti strumenti accoppiati e si deve garantire sicurezza agli agricoltori nella persistente condizione di volatilità dei prezzi”. Quanto alla riduzione del budget europeo destinato all’agricoltura, De Castro ha in parte stemperato le ansie: “Occorre aspettare la presentazione della riforma relativa al secondo pilastro, che chiarirà le modalità di distribuzione delle risorse”.

Lavarra, invece, ribadendo come la PAC rappresenti un investimento strategico per il PD, ha annunciato la costituzione all’interno del partito di uno speciale gruppo di lavoro che esaminerà nel dettaglio i testi legislativi di Cioloş.

© Riproduzione riservata
Commenti