Commenta

Stagione concertistica al Ponchielli, biglietti da sabato 5 novembre

Ensemble-del-Royal-Concertgebouw-2010

Da sabato 5 novembre verranno messi in vendita presso la biglietteria del Teatro i biglietti per i singoli concerti  della Stagione Concertistica 2011/12. Distribuzione contromarche alle ore 9.30, apertura della biglietteria alle ore 10.30. Compatibilmente alla presenza di pubblico allo sportello verranno accettate le prenotazioni telefoniche.

Da lunedi 7 novembre a partire dalle ore 10.30 sarà anche possibile acquistare i biglietti online sul sito www.vivaticket.it.

Il più giovane – Jörg Widman – è nato nel 1973; il più “vecchio” – Johann Sebastian Bach – è del 1685: la stagione concertistica 2011-12, libera da impegni celebrativi di ricorrenze centenarie, attinge dal catalogo di ventisei compositori entro tre secoli di storia della musica, documentando modalità stilistiche e formali le più diverse, spaziando in tutte le scuole europee, presentando alcune delle opere cameristiche e sinfoniche tra le più conosciute ed amate, e, allo stesso tempo, guidando l’ascoltatore attraverso uno stimolante percorso di fascinosi quanto inediti incontri, tra i quali si contano numerose le pagine del Novecento e le prime esecuzioni assolute per la nostra città.

In cartellone trovano così spazio la Sinfonia n. 6 “Pastorale” di Beethoven e il Concerto n. 1 per violino e orchestra di Šostakovič; la mozartiana Eine kleine Nachtmusik e il Settimino per flauto, arpa, clarinetto e quartetto d’archi di Ravel; la Sinfonia n. 3 di Rachmaninov e il Bolero di Rave. E questi sono solo alcuni esempi, attinti da un patrimonio incredibilmente vasto, ma al quale ognuno tende a porre i limitati confini del proprio gusto e delle proprie conoscenze.

Lasciando alla breve analisi di ogni singola serata il dettaglio dei programmi, vorremmo porre l’accento su alcune particolarità che caratterizzano la stagione 2011-12.

La prima riguarda la presenza in cartellone dei Musici, che con una Giuliano Carmignola festeggiano il 60° anno di fondazione. Lo storico gruppo, nel quale hanno militato, tra gli altri, Salvatore Accardo e Bruno Giuranna, ha fatto conoscere e amare in tutto il mondo, fin dagli anni Cinquanta, la musica di Antonio Vivaldi; la loro mitica incisione delle Quattro Stagioni per la Philips è stata per molti la “prima pietra” della personale raccolta di dischi. Giuliano Carmignola, ultimo della lunga serie di prestigiosi solisti che si sono esibiti con i Musici, ha spostato per questa occasione il repertorio del gruppo in epoca classica, incentrandolo su famose pagine mozartiane e sui due più noti Concerti per violino e orchestra di Haydn, che lo vedranno protagonista.

La seconda riguarda le nuove leve di musicisti, e il loro crescente peso nelle programmazioni concertistiche e operistiche. In questi ultimi anni si stanno imponendo direttori e interpreti sempre più giovani, eppure sorprendentemente maturi, capaci di catalizzare l’attenzione dei critici e l’entusiasmo del pubblico, e anche di suscitare la curiosità dei media di costume.

Ai giovanissimi che si stanno imponendo a livello internazionale la stagione riserva uno spazio denominato “I nuovi talenti”.

Due le proposte in cartellone: la ventunenne violinista Veronika Eberle, “un’esperienza di leggerezza ineguagliabile, bellezza musicale, duttilità e maturità artistica” (Frankfurter Allgemeine Zeitung), che si esibirà in duo con Francesco Piemontesi, anch’egli giovanissimo e talentuoso, e il sedicenne pianista polacco-canadese Jan Lisiecki, ormai conosciuto in tutto il mondo per la sua tecnica ispirata e intensa, e che già può vantare un contratto in esclusiva con Deutsche Grammophon. Anche il violinista Sergej Khachatrjan, che sarà solista con l’Orchestra Sinfonica della Rai, potrebbe essere ascritto al gruppo dei “Nuovi talenti”, se non fosse per il Queen Elizabeth vinto ormai sei anni fa e per una carriera che a soli 26 anni l’ha già portato ad esibirsi con tutte le più grandi orchestre del mondo.

Il terzo elemento caratterizzante della stagione è la scelta di programmare un concerto con artisti cremonesi che già hanno raccolto consensi a livello nazionale ed internazionale, documentando così la diffusa vivacità della pratica musicale nella nostra città. La serata sarà dedicata ad un compositore, Gabrio Taglietti, nel pieno della sua maturità, del quale l’Orchestra I Pomeriggi Musicali eseguirà due significative pagine. Ma vedrà anche alla ribalta un interprete, il violista Alfredo Zamarra, già prima viola dell’Arena di Verona, prima viola del Teatro La Fenice e affermato camerista e solista. Altri compositori e altri interpreti troveranno spazio nei cartelloni dei prossimi anni.

PREZZI DI ABBONAMENTI E BIGLIETTI

ABBONAMENTI
Platea e palchi € 255,00 € 245,00 *
Galleria € 144,00
Loggione € 100,00

Riduzione per giovani fino a 25 anni, per gruppi organizzati, per i soci dell’Accademia Italiana degli archi e per i soci del Touring Club Italiano

ABBONAMENTO STUDENTI
Posto unico numerato € 88,00

BIGLIETTI
Concerti del 13 e 17 gennaio, 18 febbraio, 22 marzo
Platea e palchi € 17,00 € 15,00 *
Galleria € 10,00
Loggione € 7,00

Concerti del 28 gennaio, 4 febbraio, 15 marzo e 14 aprile
Platea e palchi € 25,00 € 22,00 *
Galleria € 14,00
Loggione € 11,00

Concerti del 26 novembre, 25 febbraio, 5 marzo
Platea e palchi € 37,00 € 33,00 *
Galleria € 21,00
Loggione € 15,00

Riduzione per giovani fino a 25 anni, per gruppi organizzati, per i soci dell’Accademia Italiana degli archi e per i soci del Touring Club Italiano, per possessori City Card emessa dall’Ufficio Turismo della Provincia di Cremona, per gruppi organizzat

BIGLIETTO STUDENTI
Posto unico numerato € 8,00

POSTI NON NUMERATI DI GALLERIA E LOGGIONE
in vendita dopo l’esaurimento dei posti numerati € 5,00

Fondazione Teatro Ponchielli – C.so Vittorio Emanuele II, 52 – 26100 CREMONA
Tel. segreteria 0372 022010/11 – biglietteria (10.30 – 13.30 e 16.30 – 19.30) tel. 0372 022001/002
Biglietteria online: www.vivaticket.it – e-mail: info@teatroponchielli.it – www.teatroponchielli.it

© Riproduzione riservata
Commenti