9 Commenti

Scontro con feriti sul ponte di Po Riapertura al traffico

inc_evid

(In alto il pick up distrutto nell’incidente sul ponte)

Il blocco al traffico

A causa di un incidente traffico bloccato questa mattina sul ponte di Po. Lo scontro, tra un mezzo pesante e un pick up, è avvenuto verso le 8. Contatto tra le parti laterali dei due veicoli, in transito in direzioni opposte. Verso Piacenza il Fiat Iveco cassonato guidato da M.M., 40enne di Ravenna. Verso Cremona il pick up Toyota con al volante un 47enne residente a Bordolano (Annibale V.).

Lesioni serie e prognosi riservata per il conducente del pick up, rimasto ferito ad un braccio (non in pericolo di vita). E’ stato liberato dal mezzo grazie all’intervento dei vigili del fuoco. Meno preoccupanti le condizioni del 40enne. Il ponte è rimasto chiuso qualche ora per i soccorsi e le operazioni di sgombero, ed è stato riaperto attorno alle 11.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Stefania

    Sarebbe ora di chiudere il ponte ai mezzi pesanti, è stretto e malmesso, e i camion andrebbero dirottati in autostrada! Questo non solo per l’incidente di stamattina, ma per il traffico che creano lungo tutta la caorsana!!

  • mario

    E che dire anche della velocità! Nessuno controlla mai!
    Il risultato è questo oltre a rimpinguare le casse dell’autostrada….
    siamo in italia questa è la triste verità!

  • Questo è l’ennesimo incidente sul vecchio( circa 150 anni)ponte sul Po tra Cremona e Castelvetro, che è alla base del commercio e del pendolarismo tra le due sponde Piacentina e Cremonese, se i ns. amministratori si decidessero di proibire il transito pesante sicuramente quest’opera si consrverà ancora per altri cento e passa anni, altrimenti finiremo come a piacenza che per quasi due anni anno dovuto accontentarsi di un ponte di barche per poi una volta ricostruito qello vero ne anno vietato il transito ai mezzi pesanti.
    Speriamo che questo ennesimo incidente induca gli amministratori responsabili ad accellerare la costruzione del famoso terzo ponte, atrimenti andremo tutti a ritrovarci sotto a” nonna quercia”

  • enzo

    Sono spesso a Piacenza e consequenzialmente sul ponte. Spesso mi è capitato di essere stato superato sul ponte da qualche “brillante” automobilista e “lampeggiato” con i fari da autista di mezzi pesanti per aumentare la velocità. Credo che il limite di velocità ed il divieto di sorpasso sul ponte non vengono assolutamente rispettati. Credo che qualche controllo in più o delle telecamere possano aiutare al problema, oltre al fatto che i mezzi pesanti sono da dirottare per l’autostrada, NON aspettiamo l’ennesima tragedia.

  • ramona

    ma non lo chiudono ancora ai mezzi pesanti? l’autostrada è a tre passi…..

    • angela

      no. Aspettano la catastrfe!

  • Bertoldo

    Ennesima dimostrazione che serve il terzo ponte. La costruzione del terzo ponte, oltre a permettere il blocco totale del ponte attuale ai mezzi pesanti, permetterebbe il dirottamento di tutti i mezzi che ogni giorno sono diretti dall’autostrada alla zona industriale del porto canale e viceversa. Si parla di alleggerire la tangenziale di Cremona di centinaia di mezzi ogni giorno….. con, secondo me, anche un certo sollievo per la città sul fronte del PM10.
    Non è proprio possibile passare a una 20ina di metri da “nonna quercia”?
    (in modo da accontentare tutti….)

  • M.M.

    Condivido pienamente la sicurezza sullu strade,ma essendo io l’autista del mezzo pesante posso garantirvi che ho fatto tutto ciò che era in mio potere per evitare l’incidente,a mio malgrado il conducente del pik up ha avuto un malore invadendo così il mio senso di marcia.Piuttosto c’è da dire che quel ponte non ti lascia vie di fuga e sono pienamente d’accordo con chi scrive che è ora che si faccia qualcosa!M.M.

  • elia

    dovrebbero dirottare il traffico dal stretto ponte all’autostrada A21 con tariffa ridotta per i camionisti ,non credo che l’A21 fallirebbe, anzi…
    elia sciacca