Commenta

Dipendenti comunali, sospeso lo stato di agitazione: palla alla giunta

dipendenti

Sospeso lo stato di agitazione del personale del Comune di Cremona. La palla passa ora alla giunta. Si è concluso positivamente il lungo incontro (dalle 16 alle 19) in Prefettura per la conciliazione tra le parti sociali e l’amministrazione in merito alla vertenza nata dal fondo produttività 2011.

Presenti in Prefettura i segretari provinciali del pubblico impiego di Cgil, Cisl e Uil, le Rsu del Comune e, per l’amministrazione, l’assessore al Personale Maria Vittoria Ceraso, il dirigente Maurilio Segalini e il direttore generale, Massimo Placchi.

“Si è chiuso positivamente il tentativo di conciliazione – questo il commento a fine incontro di Cesare Leoni, Cgil -. Abbiamo messo a verbale quattro punti sui quali attendiamo la risposta dell’amministrazione. Abbiamo chiesto anzitutto di recedere dalla deliberazione del 13 ottobre con la quale in sostanza la giunta dava mandato alla delegazione dell’amministrazione di chiudere la trattativa (sul fondo) anche in assenza della delegazione sindacale”.

Al secondo punto, la definizione di nuovi strumenti per migliorare le relazioni tra l’amministrazione e i sindacati. Al terzo la revisione del sistema di applicazione della produttività per il 2011 (compresa la revisione della consistenza del fondo stesso). Quarto uno, la revisione dei criteri di definizione del salario accessorio a partire dal 2012.

“Le richieste verranno portate in giunta – ha aggiunto Leoni -. Per adesso abbiamo sospeso, non revocato, lo stato di agitazione. Se la risposta sarà positiva, verrà revocato lo stato di agitazione”.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti