Commenta

Il 16 maggio a processo tre dirigenti della raffineria per reati ambientali

tamoil_evid

Il 16 maggio del prossimo anno approderà in tribunale uno dei filoni della maxindagine della Procura di Cremona sull’inquinamento dalla raffineria Tamoil. Sul bancone degli imputati tre dirigenti dell’azienda, tutti imputati di reati ambientali: Enrico Gilberti, cremonese di 64 anni, responsabile della raffineria; Livio Ernesto Tregattini, cremonese di 50 anni delegato del settore ambiente e sicurezza, il libico Mohamed Abulaiha Saleh, 61 anni, legale rappresentante della Tamoil Raffinazione. Ai tre dirigenti dell’azienda la Procura contesta l’illecita gestione di rifiuti, alcuni reati in materia edilizia, lo sversamento in Po di acque reflue industriali tossiche. Leggendo le carte del procedimento per l’illecita gestione di rifiuti, si contesta come il 26 novembre e il 4 dicembre 2009  “stoccavano e depositavano in modo incontrollato, in più zone dell’azienda, rifiuti pericolosi e non derivanti dall’attività di raffinazione, sversando al suolo, privo di pavimentazione, e di un idoneo sistema di convogliamento delle acque, liquidi frammisti ad idrocarburi e sostanze altamente inquinanti percolanti dai grossi contenitori”. I tre dirigenti dovranno anche rispondere di reati in tema edilizio, in quanto “realizzavano senza permessi, in un’area sottoposta a vincolo paesaggistico, in quanto ricadente nella fascia di rispetto del colatore Morbasco, 12 edifici che utilizzavano per lo stoccaggio dei rifiuti, per il deposito di attrezzature e quali veri e propri luoghi di lavoro”. Sempre agli stessi è stato contestato un episodio dell’8 settembre 2009 con lo sversamento in Po di acque reflue cariche di idrocarburi. Contestato anche l’episodio denunciato da studenti e insegnanti dello Stanga con “l’emissione in atmosfera di gas idrocarburici provenienti dalla zona delle vasche di lavaggio degli scambiatori”, recando “molestia agli studenti e al personale dell’istituto Stanga che il 24 e il 26 novembre del 2009 si vedevano le aule invase da gas, tanto che tre dipendenti della scuola si sentivano male”.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti