Commenta

Agricoltura in festa a Gussola per la Giornata provinciale del Ringraziamento

coldiretti2

Numerosi imprenditori agricoli, accanto ai rappresentanti delle istituzioni e del mondo economico cremonese, hanno preso parte alla Giornata Provinciale del Ringraziamento, svoltasi a Gussola, con la regia di Coldiretti Cremona. La festa si è aperta nella chiesa parrocchiale, alle 10.30, con la Santa Messa celebrata da Mons. Dante Lafranconi, Vescovo di Cremona.

“Solo con Dio c’è futuro nelle nostre campagne” è stato il tema indicato dalla Conferenza Episcopale Italiana per la sessantunesima edizione dell’iniziativa: un chiaro invito, ribadito dal Vescovo Lafranconi, a porre il Signore al vertice di ogni fatica e di ogni azione. Rivolgendosi ai numerosissimi lavoratori della terra presenti, il Vescovo ha avuto parole di incoraggiamento e di impegno, sottolineando l’importanza di produrre cibo nel segno della condivisione, della salubrità, dell’attenzione alle tante povertà presenti nel mondo.

L’offertorio ha visto gli imprenditori agricoli, fra cui tanti giovani, consegnare al Pastore della Chiesa cremonese i doni della terra, per rendere grazie al Signore dei frutti raccolti durante un’annata di lavoro e sottolineare il desiderio di condividere i prodotti delle campagne con chi è nella precarietà. E’ seguita la benedizione dei trattori e delle macchine agricole, raccolti sul sagrato e sulla piazza municipale.

Il successivo momento conviviale ha offerto al Delegato Confederale Eugenio Torchio e al Direttore di Coldiretti Cremona Simone Solfanelli l’occasione di ringraziare i tanti rappresentanti istituzionali (dal Prefetto Tancredi Bruno di Clarafond ai Rappresentanti delle forze dell’ordine, dai numerosi Sindaci presenti all’Assessore provinciale all’agricoltura Pinotti) e i tanti rappresentanti del mondo economico (accanto al Presidente del Consorzio Casalasco del Pomodoro Paolo Voltini c’erano i rappresentanti di pressoché tutto il mondo produttivo cremonese, a partire dal Presidente della Camera di Commercio Auricchio e dal Presidente dell’Apa Riccardo Crotti).

Per Coldiretti Cremona l’appuntamento è stato occasione per ribadire l’impegno a tutela dell’agricoltura italiana, in primis attraverso il progetto per una filiera agricola tutta italiana, che sta dando vita ad grande sistema agro-alimentare, che premi con un’equa remunerazione gli imprenditori agricoli e assicuri alle famiglie prodotti di qualità, autenticamente made in Italy, a prezzi competitivi.

© Riproduzione riservata
Commenti