Feste e turismo
Commenta

Dal Fondo Formazienda 100 mila euro per la formazione degli addetti al settore turistico

Il Fondo Formazienda ha stanziato 100.000 euro da destinare alla realizzazione di percorsi formativi mirati a contribuire alla crescita professionale degli addetti del settore turistico commerciale e al consolidamento delle I.A.T. (organismi di informazione e accoglienza turistica).

Nei giorni scorsi, il presidente del Fondo, Enrico Zucchi, ha avanzato la proposta di lavoro  in un incontro programmatico tenutosi a Crema presso la sede del Fondo Formazienda. Presenti all’incontro anche Giuseppe Cappellini e Alessandra Ginelli, rispettivamente presidente e direttore di Reindustria, Irene Nicoletta De Bona ed Ernesto Boccasasso rispettivamente assessore al Commercio e funzionario del settore turismo e marketing territoriale del Comune di Cremona, Maurizio Borghetti e Francesco Albergoni, rispettivamente assessore al Commercio e responsabile dell’ufficio competente del Comune di Crema, Carla Visioli, assessore al Bilancio del Comune di Casalmaggiore, Stefania Venuti, vice direttore del Fondo e Berlino Tazza e Antonio Pisacane, rispettivamente presidente e segretario dell’area cremonese di Asvicom.

«Nel progettare questa sperimentazione abbiamo individuato in Reindustria l’attore adeguato a svolgere il ruolo di soggetto attuatore dei piani formativi che potrà contare sul valido supporto dei partner dei Distretti del Commercio di Crema, Cremona e Terre Casalasche (Casalmaggiore, Martignana Po, Gussola, Torricella del Pizzo, Casteldidone, Rivarolo del re, Scandolara Ravara, Motta Baluffi, Spineda, S.Daniele Po)».

I partecipanti hanno condiviso la proposta e stabilito di dar seguito alla sperimentazione. Il progetto prevede tempi di realizzazione di 12 mesi, da febbraio 2012 a febbraio 2013 e il monitoraggio trimestrale di ogni azione programmata. E conclude Zucchi: «La finalità del progetto, che integra il contributo regionale di circa 350.000 € da destinare all’abbellimento degli esercizi commerciali e turistici nonché delle vie e piazze dei comuni, è quella di dare l’abbrivio ad un percorso culturale di accoglienza turistica che guarda anche a Expo 2015 e che intende contribuire allo sviluppo del turismo in provincia di Cremona. All’esito della prima sperimentazione, potremo valutare di dar seguito a successive azioni di supporto».

 

© Riproduzione riservata
Commenti