16 Commenti

Fanno discutere i tre incarichi del ‘superarchitetto’ di Malvezzi

evidenza-fasani

Capogruppo del Pdl, presidente della Commissione Territorio e presidente dello Staff di Piano, il gruppo di lavoro al quale compete l’elaborazione del documento di piano (una delle tre parti integranti del Pgt). Tre incarichi pesanti per l’architetto Federico Fasani, esponente del Pdl, braccio destro del vicesindaco Carlo Malvezzi e, per alcuni, astro nascente del partito a Cremona.

Peccato che la commissione da lui presieduta, Territorio e Urbanistica, sia venuta a conoscenza della nomina di Fasani alla guida dello Staff di Piano con sette mesi di ritardo. E solo perché il consigliere del Pd Alessia Manfredini ha scartabellato qualche delibera di giunta.

Forte imbarazzo, oggi pomeriggio durante la seduta della commissione Territorio, quando Manfredini ha sollevato la questione nell’ambito delle “varie ed eventuali”.

“Ho rintracciato una delibera di giunta del 12 maggio 2011 – ha spiegato in serata Manfredini -. E’ la delibera con la quale viene nominato lo Staff di Piano, organismo cui spetta il compito di elaborare il documento di piano, uno dei tre elementi di cui si compone il Piano di Governo del Territorio. Per fare un esempio: il documento di piano definisce gli indici edilizi e le regole per le perequazioni”.

Materia importante e delicata, insomma. Presidente dello Staff di Piano, secondo la delibera di giunta, è appunto Fasani, già presidente della Commissione Territorio. Commissione che ha appreso solo oggi la notizia. “Dal momento che io sono solo membro supplente della commissione – prosegue Manfredini -, ho chiesto se su questa nomina c’è mai stato qualche passaggio nella commissione stessa, proprio perché sembrava che nessuno ne sapesse niente”.

Tutti giù dal pero. Oggi in commissione, riferiscono alcuni commissari, alla domanda di Manfredini è seguito qualche secondo di silenzio e l’imbarazzo del vicesindaco. Malvezzi ha subito tenuto a precisare che lo Staff di Piano non ha compiti decisionali, ma è solo un elemento di raccordo tra la Commissione e l’amministrazione.

A maggior ragione, ha ribattuto il Pd, suona strano che la Commissione non fosse a conoscenza della nomina. “Se la motivazione è quella fornita dal vicesindaco – ha commentato Mauro Fanti – è quantomeno strano che la commissione non sia mai stata informata della cosa. Inoltre, la scelta di assegnare ai consiglieri ruoli non previsti espressamente (riferimento ai casi delle deleghe a Borsella e Romani; ndr) è a mio avviso un errore. La nomina di Fasani rientra in questa casistica: si concentra ancora una volta in un unico soggetto il controllato e il controllore”.

Sentito in serata, Fasani ammette che avrebbe “forse dovuto informare” la commissione e precisa i termini dell’incarico. “No, nessun imbarazzo – premette -. La giunta ha reputato di chiedermi di presenziare nello Staff per meglio trasmetterne i contenuti alla commissione”.

Perché allora non informare subito i commissari?

“Sì, forse avrei dovuto comunicarlo, ma in realtà il mio ruolo di trasmissione non è ancora cominciato perché sul Pgt non sono ancora state fatte scelte di contenuto, ma solo passaggi tecnici. Ho anche chiesto agli uffici se c’era incompatibilità, ma mi è stato risposto di no”. Infine, tiene a precisare il consigliere, “qualsiasi nomina di giunta viene comunicata dal Comune ai capigruppo entro una quindicina di giorni. I capigruppo erano quindi al corrente della mia nomina”.

 

f.c.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti
  • ross

    C’e’ da dire pero’ che Borsella e Romani hanno avuto una delega a coadiuvare nel catalogare il patrimonio edilizio di Cremona, una cosa mai fatta prima con le giunte di centro-sinistra e si sa bene cosa e’ saltato fuori. A voler essere moderati, c’era notevole parte del patrimonio abbandonato e sconosciuto e, magari, gestito da chissa’ chi. Questo non sara’ piaciuto al PD a giudicare dal commento di Fanti. Come mai?

    • Mauro Fanti

      L’attività della giunta spetta alla giunta e non ai consiglieri (questo prevede la legge che ha separato i ruoli della giunta e del consiglio). Il mio non è un giudizio sull’operato dei consiglieri, ma la domanda è questa:
      NON BASTAVANO DIECI ASSESSORI per svolgere anche quell’attività? Servivano davvero i consiglieri con deleghe del sindaco? Se si, allora si mandino a casa gli assessori e così si riparmiano un po’ di soldi dei contribuenti.

      Questa è la mia opinione e non altro. Sull’operato o su presunte omissioni si possono leggere altre prese di posizione del PD.
      Mauro Fanti

    • ross

      Se il tanto impegno che state dimostrando a sezionare il caso dei consiglieri delegati dal Sindaco l’avreste indirizzato a suo tempo, quando dirigevate voi l’amministrazione comunale, per mettere in ordine la catalogazione del patrimonio edilizio, a quest’ora non avreste bisogno di cavillare sui concetti del ‘diritto pubblico’ come l’incompatibilita’ e la “separazione delle funzioni”. Risolvere il problema e’ sempre meglio delle lezioni di “diritto pubblico”.

      • Mauro Fanti

        La forma, in questo caso, è sostanza. Comunque, se si presuppone di aver “svelato” negligenze od omissioni (non si sa poi per quale motivo) si facciano le dovute “denunce” alle persone coinvolte, politici, dirigenti e dipendenti comunali che non avrebbero fatto il loro dovere, diversamente questa polemica ha il sapore che aveva il famoso buco di bilancio lasciato da Corada, tanto sbandierato quanto falso. La mia valutazione è che siamo alla propaganda.
        A proposito di forma io mi firmo con nome e cognome.
        Mauro Fanti

      • ross

        I fatti parlano da se’, indipendentemente dai nomi e cognomi, e vedo che si continua con i sofismi tipo “forma” e “sostanza”. Per quanti anni e decenni che poco si sapeva del patrimonio immobiliare del comune? E chi c’e’ stato prima di questa amministrazione? E’ questa la sostanza.

        • franco

          Ross, non sono d’accordo. Questa giunta da’ nomine ed incarichi con molta facilita’. Vedi Albertoni. Non era al suo terzo incarico?

  • Maura Ruggeri

    sbagliato! tutto il patrimonio era inventariato regolarmente , non c’era nulla di nascosto e di illegale, è ora di finirla con questa storia. Esiste un problema di evoluzione ed aggiornamento della gestione informatica dei dati relativi al patrimonio come è chiaramente emerso dalla relazione presentata in commissione vigilanza a cui gli uffici, ovviamente, non i consiglieri , stanno provvedendo

    • ross

      due anni e piu’ per inventariare, colpa dell’informatizzazione?

  • Maura Ruggeri

    Non mi risulta che i capigruppo vengano messi al corrente delle nomine , sono competenze della Giunta che non prevedono il coinvolgimento dei capigruppo.
    Ma il punto non è quello dell’informazione , è semmai quello dell’opportunità dello svolgimento contemporaneo di ruoli diversi , quale quello di presidente di una commissione tecnica( staff di piano) e di consigliere :un politico cui compete un compito di indirizzo e di controllo

  • OMONIMIA, I SUPPOSE, ALMENO SPERO

    Maura Ruggeri a http://www.cremonaoggi.it:
    “Sbagliato! tutto il patrimonio era inventariato regolarmente, non c’era nulla di nascosto e di illegale, è ora di finirla con questa storia. Esiste un problema di evoluzione ed aggiornamento della gestione informatica dei dati relativi al patrimonio come è chiaramente emerso dalla relazione presentata in commissione vigilanza a cui gli uffici, ovviamente, non i consiglieri, stanno provvedendo.”
    E’ un mio vecchio cavallo di battaglia, indispensabile prima controllare se attribuiamo alle parole il medesimo significato. Patrimonio inventariato regolarmente? E i 18 (diciotto) garage inventariati sulla carta e demoliti sul terreno?

    Cremona 30 11 2011 http://www.flaminiocozzaglio.info

  • IL SUPERARCHITETTO FASANI

    Uscendo dall’ultimo Consiglio comunale un attento osservatore, di sinistra, mi fa: voi di destra siete fortunati ad avere un’opposizione così “buona”, e io non posso far altro che rispondere: vero.
    Da http://www.cremonaoggi.it:
    “peccato che la commissione da lui presieduta, Territorio e Urbanistica, sia venuta a conoscenza della nomina di Fasani alla guida dello Staff di Piano con sette mesi di ritardo. E solo perché il consigliere del Pd Alessia Manfredini ha scartabellato qualche delibera di Giunta.”
    Non mi interessa entrare nelle polemiche se Fasani possa dirigere tre o trenta importanti organismi, se sia controllato e controllore etc etc, dico solo che se sedici consiglieri di minoranza, non alla ricerca dei Predatori dell’Arca Perduta, ci mettono sette mesi a sfogliare le delibere di Giunta, la Giunta fa in tempo a vendere e ricomprare tre o quattro volte il Torrazzo…..

    Cremona 30 11 2011 http://www.flaminiocozzaglio.info

    • QUESTA volta hai proprio ragione.
      I nomi che si danno da fare sono due o tre( quasi sempre donne), gli altri ci dovranno dire un giorno che cosa hanno fatto, se non seguire l’esempio DI QUALCHE PICCOLO RAS E CON rif. alla mummia di cui Leopardi ci ha dato traccia perenne nelle Sue OPERETTE MORALI.
      CFR: DIALOGO DI FEDERICO RUYSCH E DELLE SUE MUMMIE …
      Vannno combattendo e non sanno di esser morti.

  • roberto borsella

    Invito tutti sul tema del patrimonio a dire le cose come stanno e come sono emerse dalla commissione di vigilanza.
    Il sottoscritto come più volte ribadito non vuole fare polemiche ma per piacere non scriviamo cose che non corrispondono alla realtà.
    E la realtà non è quella descritta.

  • PRECISIONE, PLEASE

    Mauro Funerale Fanti non ha dubbi, se uno muore, non è vivo, ma se è vivo, il suo momento deve ancora arrivare:
    “l’attività della Giunta spetta alla Giunta e non ai Consiglieri, questo prevede la legge che ha separato i ruoli della Giunta e del Consiglio.”
    Finalmente chiarezza!
    Ma reso fragile dal tremendo sforzo concettuale, annaspa come scende nel pratico:
    “comunque, se si presuppone di aver svelato negligenze od omissioni (non si sa poi per quale motivo) si facciano le dovute denunce alle persone coinvolte, politici, dirigenti e dipendenti comunali che non avrebbero fatto il loro dovere, diversamente questa polemica ha il sapore che aveva il famoso buco di bilancio lasciato da Corada, tanto sbandierato quanto falso. La mia valutazione è che siamo alla propaganda, non al funerale.”
    Chapeau!

    Cremona 01 12 2011 http://www.flaminiocozzaglio.info

  • Mauro Fanti

    Non sfuggo al merito dei fatti ed infatti invito a leggere le valutazioni espresse più volte da Maura Ruggeri.
    La mia rimane una riflessione sulla forma, anche se non piace a Ross, perchè in politica, come nella vita, spesso è sostanza. Capisco che in un momento, come questo, della vita sociale-politica del paese in cui,per esempio, “il parlamento è un orpello all’azione del governo del fare” capisco che la forma sia vista solo come inciampo. Ripeto, anche come si raggiungono gli obiettivi ha la sua importanza, se il lavoro degli assesori è svolto dai consiglieri delle due l’una, gli assessori non servono.

    In questo caso, comunque, non c’è una sola verità in campo.Una versione afferma che fosse tutto “nascosto e nell’oblio dell’amministrazione” e una che afferma invece che tutto “fosse elencato nei documenti allegati al bilancio del comune” (obbligo di legge). Ognuno, ho il sospetto, prende per buona quella sostenuta dalla propria parte politica.

  • angela

    Sapete che ho trovato interessante,da cittadina, il vostro dibattito?Dovreste farlo piu’spesso.