Commenta

Tagliando di metà mandato per l’amministrazione comunale, in discussione programma e squadra del sindaco

evidenza-giunta

Tagliando di metà mandato per l’amministrazione Perri. Il sindaco ha accolto la richiesta avanzata ormai più di un mese fa dall’Udc, promettendo entro Natale una verifica di maggioranza. E’ questo l’esito dell’incontro, dalle 8.30 alle 10 di questa mattina a Palazzo Comunale, tra Oreste Perri e una delegazione di centristi. Nell’ufficio del sindaco, il coordinatore cittadino, Giuseppe Foderaro, il coordinatore provinciale e il suo vice, Giuseppe Trespidi e Ugo Rizzi, il consigliere Angelo Zanibelli. Sotto la lente programma elettorale, priorità per i prossimi mesi, modifiche in giunta e stato dell’alleanza, in particolare alla luce dell’uscita della Lega.

Di “incontro propositivo” ha parlato Foderaro all’uscita. “La nostra richiesta di verifica – ha dichiarato il neocoordinatore cittadino – è stata favorevolmente accolta e di questo sono molto soddisfatto. Questo, però, è solo il primo punto, perché la verifica deve portare a risultati concreti per la città. Risultati in termini di metodo nelle relazioni tra i partiti e chiarezza negli obiettivi”.

Il consigliere Udc Angelo Zanibelli

La verifica partirà con incontri bilaterali tra il sindaco e le varie forze politiche – Lega esclusa, evidentemente. Capitolo a parte per il gruppo misto, per il quale, data la sua eterogeneità, potranno essere necessari più passaggi: con Fli, con il Pid e con i due consiglieri che per ora non hanno aderito ad alcun partito (Giacomo Zaffanella e Michele Ceresa).

Previsti nuovi ingressi in giunta, a partire dall’Udc? Foderaro sposta il tema in coda alla scaletta. “Prima vanno definite insieme le priorità per i prossimi anni – dice -. I posti sono solo una conseguenza del lavoro che si deciderà eventualmente di fare. I posti in giunta per noi sono l’ultimo punto, non il primo. Non chiediamo niente a priori“.

La definizione di “tagliando di giunta” è del coordinatore provinciale Trespidi. “Si farà il tagliando entro Natale – ha detto lasciando il Comune -. Si farà il punto sui programmi e sulle prossime cose da fare. Sarà un tagliando su tutto, compresa la giunta”. “Noi non chiediamo posti in giunta – ha aggiunto -, chiediamo una verifica a fronte del nuovo quadro che si è creato anche con l’uscita della Lega. Chiediamo con quale squadra e con quale maggioranza si intende andare avanti”.

Già, quale squadra? Una giunta con due assessori in quota al sindaco (Alquati e Demicheli), una squadra con un assessore di Futuro e Libertà o con uno indicato dal misto? “Non abbiamo partecipato alla determinazione degli assessori – prende tempo Trespidi -, per noi è il sindaco il punto di riferimento. Quanto agli assessori della Lega, è chiaro che è saltato un equilibrio”.

“Salvo il caso del Pdl – ha fatto eco Zanibelli -, gli assessori saranno oggetto della verifica“. Alquati e Demicheli in discussione, dunque. “Non da parte nostra – ha precisato Trespidi -, ma ci sono realtà virtuali, come il gruppo misto, che non si sa come si pongano rispetto alla giunta. Anche di questo si dovrà parlare”.

Priorità e programmi, allora, ma anche un chiarimento sulla composizione della squadra di Perri e sulla posizione anomala di Alquati e Demicheli. Passando, chiaramente per la redistribuzione delle deleghe dell’ex assessore leghista Alessandro Zagni, deleghe attualmente ancora in capo al sindaco.

In attesa dell’avvio della verifica, l’Udc tiene a precisare che la linea politica dei centristi non cambia: appoggio critico da valutare caso per caso, senza dare per scontato il voto di Zanibelli in Sala Quadri.

 

CONGRESSO – Sempre sul fronte Udc, domenica dalle 9,30 in Sala Zanoni (via del Vecchio Passeggio) si terrà il congresso provinciale. Unico candidato, per ora, resta l’uscente Giuseppe Trespidi.

 

f.c.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti