Commenta

A bordo di una potente Bmw preparavano il prossimo colpo: pregiudicati albanesi fermati dall’Arma

carabinieri

Sabato sera i carabinieri di Camisano, durante la vigilanza in via Gavazo di Ricengo, tesa a contrastare il fenomeno dei furti in abitazione in orario serale, hanno notato una BMW 525 con quattro uomini. Appena i carabinieri si sono avvicinati due degli sconosciuti sono scappati per i campi dileguandosi con l’oscurità. Nell’abitacolo sono rimasti bloccati due pregiudicati albanesi: un trentenne di Treviglio ed un 23enne di Arcene, con gravi e significativi precedenti giudiziari. I due sono stati trovati in possesso di un grosso cacciavite che è stato sequestrato. Interpellati, i due fermati non hanno saputo fornire indicazioni sui fuggitivi, hanno riferito che erano loro connazionali clandestini. L’auto è intestata al 23enne ed a suo fratello, e si tratta di un veicolo spesso utilizzato da pregiudicati per stupefacenti, rapina, furti con spaccate, favoreggiamento della prostituzione.

La potente autovettura è stata altre volte fermata lungo l’adriatica, in Veneto, Lombardia e Piemonte. Il 23enne nell’estate del 2010 era stato sorpreso dalla radiomobile di Crema con una dose di cocaina, il 30enne nel mese di gennaio precedente è stato arrestato dai carabinieri di Milano Duomo con 85 grammi di cocaina. In conclusione degli accertamenti entrambi sono stati deferiti in stato di libertà alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Crema in quanto ritenuti responsabili di possesso ingiustificato di grimaldelli e favoreggiamento nell’immigrazione clandestina.

Attese le evidenti reticenze non è possibile formulare precise ipotesi in ordine alla loro presenza nella strada di Ricengo ma le circostanze e il comportamento indurrebbero a propendere per atti preparatori ad un furto in abitazione o ad una consegna di stupefacente.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti