Commenta

A grandi passi verso il novantesimo giorno di sforamento dei limiti per le polveri sottili Dal Comune inerzia totale

evidenza-smog

Nonostante il leggero vento, restano alti i valori delle polveri sottili nell’aria di Cremona. La centralina di via Fatebenefratelli nelle ultime 24 ore ha registrato una concentrazione di Pm10 pari a 85 microgrammi per metro cubo. Siamo così al 18esimo giorno di superamento dei limiti di legge, fissati a 50 microgrammi per metro cubo. Nel 2011, contando l’ultima rilevazione, sono 89 i giorni di sforamento dei limiti, a fronte di un tetto massimo di 35 sforamenti annui consentiti dall’Europa.

Da Palazzo Comunale, ancora nessun provvedimento, silenzio assoluto. Anche per questo, si muove l’opposizione con una lettera al presidente della Commissione Ambiente e all’assessore alla partita, Francesco Bordi. “Cogliamo l’occasione – scrivono Alessia Manfredini, Caterina Ruggeri e Maura Ruggeri – della riunione della Commissione ambiente di domani, martedì 6 dicembre, convocata su altri oggetti, per chiedere all’assessore Bordi di riferire in Commissione sulla grave situazione legata al protrarsi per il diciannovesimo giorno consecutivo dell’innalzamento del Pm 10 sopra i 50 microgrammi al metro cubo consentiti”.

“Si va verso il 90esimo giorno di sforamento nel 2011 – concludono le esponenti dell’opposizione -, il dato  è davvero allarmante e il confronto non  può essere rimandato. Torniamo  pertanto a chiedere all’Amministrazione, quali provvedimenti intende prendere,  considerato che ad oggi  nessuna risposta  è arrivata e, con valori così alti come quelli registrati per tanti giorni consecutivi, non si può solo sperare nella pioggia”.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti