24 Commenti

Quando Malvezzi e Demicheli predicavano bene contro il reintegro di stipendio di Corada e C. …ma ora razzolano male

malvezzi

– Nella foto, Malvezzi e Demicheli

 

«Intempestiva, di cattivo gusto, ingiustificata». Queste le principali accuse mosse alla giunta per la decisione di adeguare gli stipendi di sindaco e assessori. Un consigliere particolarmente attento collega la scelta del sindaco e degli assessori alla recente manovra finanziaria dell’esecutivo. «La manovra del governo – dice – impone agli italiani grandi sacrifici ricorrendo massicciamente alla pressione fiscale. Il Comune, da un lato, non ha ancora quantificato l’ammontare della riduzione dei trasferimenti statali e, dall’altro, non ha escluso l’inasprimento delle tasse locali con un ulteriore aggravio per i cittadini».

È quindi «in questo quadro generale» che al consigliere particolarmente attento pare «del tutto inopportuno» l’adeguamento delle indennità. In particolare «nel momento in cui si chiede un impegno ai cittadini. Sarebbe stato giusto dare un piccolo segnale».

Chiosa il consigliere particolarmente attento: «Chi governa oggi cancella tutto ciò che è stato fatto da chi ha governato ieri: è questo l’errore, questa la demagogia».

Non meno ficcante è il commento di un esponente di spicco della Lega: «Mentre la Finanziaria dissangua i cittadini, la giunta riesce ancora una volta a distinguersi aumentandosi gli stipendi. Già, con 10 assessori invece di 8, ci costava di più, ora altri soldi buttati».

A giudizio dell’esponente leghista di spicco, agli amministratori comunali «è mancato il buongusto. Se lo avessero avuto, non si sarebbero fatto questo regalo ingiustificato».

Nuovo capitolo del botta e risposta sugli adeguamenti degli stipendi di sindaco e assessori comunali? Macché. E’ solo il film ‘originale’ trasmesso a Cremona nel 2006 e del quale è andata in onda in questi giorni la replica fedele (sebbene a parti invertite).

Sembra incredibile, ma è tutto vero. Documentato da articoli di giornale. La prima parte di questo pezzo, per essere chiari, è stata costruita riportando pari pari alcune dichiarazioni contenute in un articolo pubblicato il 31 dicembre 2006 dalla Provincia.

Cinque anni fa. Sembra fantapolitica, ma è blanda realtà. E non è servito nemmeno il minimo sindacale di immaginazione per rendere il tutto credibile: è stato sufficiente togliere nomi e cognomi. Per il resto, pareva un copione da commediola di serie B. Questo: momento di difficoltà economica per tutto il Paese, la giunta decide di ripristinarsi le indennità precedentemente decurtate e l’opposizione grida allo scandalo.

Fine.

Anzi, no. C’è il colpo di scena. Quelli che allora gridarono allo scandalo sono gli stessi che adesso, seduti in giunta, si sono adeguati lo stipendio. Sostituire per credere: al posto di “consigliere particolarmente attento” scrivere “Carlo Malvezzi”; al posto di “esponente di spicco della Lega” scrivere “Claudio Demicheli”.

Al posto di “giunta”, naturalmente, scrivere “giunta Corada”.

Federico Centenari


ZANIBELLI (UDC):”L’AUMENTO? INOPPORTUNO QUANDO SI CHIEDE ALLA GENTE DI TIRARE LA CINGHIA

Non solo hanno fatto un provvedimento quantomeno inopportuno, ma anche hanno il coraggio di arrabbiarsi con chi glielo fa notare. Sia ben chiaro, nulla di illegittimo, ma mentre si chiedono ai cittadini sacrifici, mentre i pensionati da 1000 euro al mese si vedono bloccate le rivalutazioni della pensione, loro riadeguano gli stipendi e recuperano gli arretrati. Questo essere lontani dalla realta’, questa arroganza che acceca anche il buon senso sono gli atteggiamenti che portano al rifiuto della politica e al ripudio della casta.
Non è quello dell’UDC ne’ demagogia ne’ populismo sterile, ma coerenza con la nostra azione per ridurre i costi della politica. Dico questo anche alla Lega che pare preoccupata di non sentire la voce dell’ UDC e alla quale chiedo dov’era quando l’UDC chiedeva di semplificare e ridurre i costi delle partecipate o quando l’UDC votava per la riduzione dei componenti di giunta.
Non si cambia parere a secondo delle stagioni.
Angelo Zanibelli
Capogruppo UDC Comune Cremona

L’IDV: ALMENO DEVOLVETE GLI ARRETRATI IN BENEFICENZA

Non capisco il motivo per cui il Sindaco e la Giunta si arrabbiano cosi tanto se non hanno compiuto nulla di impopolare per il fatto che hanno deciso di adeguarsi lo stipendio al 2009!!! Credo che ognuno sia libero di farsi del male con le proprie mani, essere autolesionisti e non accorgersene fa compassione e tristezza. Ognuno di noi svolgendo un incarico pubblico compie delle scelte giuste o sbagliate che siano ma, credo,  debba sempre avere il coraggio di accettare la critica della stampa locale, dei cittadini, dei partiti ed evitare di emettere comunicati stampa allo scopo di   imbavagliare  o addirittura querelare quel determinato giornalista che fa il proprio dovere nel portare a conoscenza dei cittadini le decisioni che vengono prese dalla giunta della città capoluogo.  Mi rammarico del fatto che è stata persa un’altra occasione per stare vicino alla gente in un momento cosi delicato:  è inopportuno è prendere decisioni che suscitano scalpore e sgomento in quei cittadini che guardano la politica con distacco, perché pensano e dicono, tanto sono TUTTI UGUALI, predicano bene e razzolano male. Io sono convinto che tutti noi dobbiamo dare il buon esempio nell’amministrare la res pubblica, per cui vi chiedo di rinunciare almeno agli arretrati oppure di devolverli, potrebbe essere un gesto molto significativo. In questo momento di crisi economica dove le famiglie saranno costrette a pagare i debiti contratti dalla classe politica, dove ai cittadini e a tutti i ceti più deboli, vengono chiesti sacrifici, è necessario agire con sobrietà e correttezza. La bussola del nostro agire e del nostro modo di operare deve essere sempre in sintonia con i cittadini che ci hanno legittimamente eletti per rappresentarli in modo dignitoso e consapevoli delle scelte fatte per il bene della città e non delle proprie tasche!

Giancarlo Schifano

consigliere comunale Italia dei Valori

 

© Riproduzione riservata
Commenti
  • angela

    Si arrabbiano,a mio modesto parere,con chi ,travisando le parole,ha fatto apparire aumento cio’ che aumento non è.Le parole,in certi casi, sono importanti.E i cittadini hanno il diritto/dovere di farsi delle opinioni.Tutto qui.

    • angela

      E anche io mi arrabbio quando leggo inesattezze.Piu’ o meno volute.

      • angela

        ..e mi arrabbio ancora di piu’quando le notizie falsate le riporta il fatto quotidiano che ieri diceva:a Cremona la giunta si alza lo stipendio.Sono indecisa tra faziosita’ e delusione…tutti e due possono andare bene.

        • bruno

          …faremo l’elemosina alla giunta…contenta?

  • andrew

    L’articolo è totalmente sbagliato e fazioso. A differenza di oggi, dove lo sitpendio è rimasto UGUALE, nel 2006 la Giunta Corada ha espressamente deliberato un aumento di sitpendio rispetto all’anno precedente. Sempre da La Provincia di quell’anno, stessa pagina ma appena sopra l’articolo citato da Centenari: “Nel 2005 l’ultima Finanziaria del governo Berlusconi ha ridotto di un decimo, in nome della necessità di abbattere i costi della politica, gli stipendi dei primi cittadini e degli assessori. La prima Finanziaria del governo Prodi non indica come bisogna comportarsi in proposito e non chiarisce se quel taglio è confermato oppure no. In questa situazione di «vuoto legislativo», come l’ha definita il sindaco Gian Carlo Corada, gli amministratori avevano davanti due possibilità: continuare a percepire lo stipendio decurtato o tornare alla situazione precedente dello stipendio pieno. La giunta comunale ha optato per la seconda possibilità ripristinando i compensi del 2005.”
    La situazione è completamente diversa, come si può ben vedere. Insomma, SI CAPISCE IL MOTIVO PER CUI SU CreomaOggi CAMPEGGIA UN BEL LINK AL SITO DEL PD…

  • elia

    fammi capire Angela sei quasi l’unica che difende a spada tratta la giunta , mi viene un dubbio non è che all’interno della giunta hai degli interessi familiari, tipo sorella ecc. Guarda se è cosi salterà fuori presto perchè sembra che ti abbiano gia individuata ,io mi firmo per esteso perchè non devo proteggere nessuno e tu perchè non lo fai?

  • Wilkins Micawber

    Questo è uno spazio libero, dove sono le idee a contare, mica titoli e medaglie. Detto ciò, mi sembra che da questa vicenda si debba imparare a controllare meglio le fonti e a diffidare anche dei professionisti

  • don

    E’ incredibile quanto la gente non voglia capire dove stia realmente il problema.
    Ok, abbiamo capito tutti che non si è trattato di un aumento ma resta il fatto che il ridarsi i soldi che si sono tolti lascia pensare ad un gruppo di idioti o di delinquenti.
    Io non riesco a credere che qualcuno possa difenderli ancora, per quanto tempo faremo finta che la scelta fatta dai cremonesi sia quella giusta?
    Per quanto tempo non troveremo l’umiltà di ammettere che la giunta Perri è una giunta di pellegrini senza un pensiero verso la città?
    Chi li difende in questo periodo drammatico non sono stati chiamati a dei sacrifici!? Tipo più tasse!?
    Tipo la benzina più cara, il non riuscire ad andare in vacanza e altre cose del genere, a voi non è successo!?
    Per voi è normale che i politici, stipendiati con i nostri soldi, invece di far si che la popolazione viva meglio si ridiano i soldi non percepiti nel 2011? Dopo che hanno aumentato la tarsu, le rette scolastiche….hanno chiuso servizi e distrutto eccellenze nel campo sociale attive da anni…e in favore di cosa!?
    Se non riuscite a vedere oltre nebbiose teorie del complotto, se non riusciamo ad ammettere gli errori elettorali, se non riusciamo ad essere Cremonesi, al di la del PD o della Lega (che tanto non fa un cazzo nessuno) ci meritiamo di essere lo zimbello di tutti e il prossimo terzo mondo.

    P.S. non mi firmo per esteso perché non mi sento libero di esprimermi tranquillamente.

  • bruno

    La “Storia” mi e’ sempre piaciuta perche’ ci fa fare i veri “viaggi della memoria”. Questo articolo fa bene a ricordarci di qualche fatto passato e, come si fa con le letture storiche, ognuno ne trae il giusto “insegnamento”. Lo scopo morale della “Storia” sarebbe quello di indurre l’umanita’ a non fare gli stessi errori. Lascio percio’ a chi legge di trarre le debite conclusioni dal contenuto dell’articolo.

  • Achille

    Insomma, si capisce che la vicenda dà fastidio ed è stata un vero e proprio autogol di immagine e comunicazione da parte della giunta.

    Non servono professionisti della comunicazione per cantare dopo aver portato la croce (tradotto: raccontare ai cittadini ciò che si sta facendo e che di buono si è fatto), basterebbe avviare modalità di comunicazione diverse, basate sullo stare in mezzo alla gente! sulla condivisione “in piazza”.
    Si creerebbe un legame diverso, profondo, più vissuto e partecipato. Nel bene o nel male. Ma creerebbe un livello di comunicazione differente, capace se non altro di creare emozioni di tipo diretto, personali, di “vicinanza”.

    Una cosa su tutte, un esempio assolutamente in generale (non voglio riferimenti diretti ma trattasi di una cosa esplicativa) ma pertinente per rendere l’idea: un assessore alle periferie, per esempio, dovrebbe presidiare costantemente le periferie, girarle in lungo e in largo, stare tutti i giorni in mezzo alla gente nei parchetti, nei ritrovi, negli spazi pubblici… insomma, dovrebbe essere uno del popolo portato lì a farsi carico delle istanze di quest’ultimo. Ma starci davvero! farsi vedere, “stufare” i cittadini a forza di essere presente e visibile.

    Lo stesso vale per un ipotetico vigile di quaqrtiere: laddove il cittadino percepisce visibilità, continuità di presidio, quantità, di conseguenza ne ricava un’idea di efficenza e buona volontà.

    Ciò porta a “perdonare” l’eventuale inefficacia di tale azione, qualora si verificassero eventuiali furti o altro.

    Un atteggiamento come questo, agli occhi dell’opinione pubblica, giustificherebbe maggiormente eventuali piccoli errori, valutazioni inopportune, scelte poco condivisibili.

    Il restare arroccati nel palazzo, invece, porta ad un distacco abissale.

    Ad un confronto su livelli sfalsati, prestando così il fianco a critiche, illazioni, demagogia spiccia, ecc.

    A buon intenditor …

    P.S. non dimentichiamoci che l’articolo parlava di qualcuno che nel tempo cambia idea e versione. Non vorrei che il mio intervento fosse interpretato come “off-topic”.

    • bruno

      Concordo con il concetto fondamentale del tuo post. A parte la crisi della maggioranza che perdendo la Lega gli e’ venuta a mancare la parte piu’ popolare ed a contatto con il territorio, un discorso a parte va fatto con questa giunta i cui amministratori sono sempre piu’ sganciati dai loro partiti di provenienza e cio’ ne indebolisce i contatti con la vita civile e gli umori dei cittadini. Oramai la giunta e’ un “circolo di amministratori”, chiusi nel loro palazzo, che si relaziona con enti, autorita’, associazioni, cooperative e ditte ma poco collegata con chi non rientra nelle loro “attivita’ amministrative”. Perdendo l’orizzonte politico, che deriva dal contatto con la gente, non dobbiamo sorprenderci se i nostri “amministratori” si dimostrano sordi alle situazioni politiche ed economiche del momento ed arrivano a concedersi spettanze e vantaggi incuranti degli effetti che potrebbero avere sull’opinione pubblica.

  • Robespierre

    E’ stato un clamoroso autogol….che lascerà il segno, eccome se lo lascerà…..potevano farne a meno visti i tempi.

  • Wilkins Micawber

    Se il tema è l’aumento del 7% del compenso della Giunta, se vogliamo capirci qualcosa dobbiamo anche cercare di stare in tema. Dunque, la Giunta Perri, nel 2010, a causa del bilancio in rosso (probabilmente lascito della Giunta precedente), in base alla normativa deve ridursi lo stipendio. E così ha fatto. Poi, una volta che sono tornati coi conti in ordine, la stessa normativa prevede il reintegro allo stipendio tabellare. Per chi ha letto i giornali in questi ultimi due giorni, non può non essersi accordo che lo scoop è nato dalla penna di un giornalista professionista, evidentemente stimato se tutti hanno sposato la sua versione. Anche i politici dell’opposizione, che dovrebbero avere idee politiche differenti…

    • Gigi

      Si ma come sono tornati in oredine i conti??? mitigando le spese??
      NO CARO MIO sono tornati aumentando le tasse Cimunali e la quantita’ di multe, che altro non sono se non altre tasse mascherate !!!!!!
      E’ una cosa indegna e indifendibile.

  • VINCA IL PEGGIORE

    Da http://www.cremona.online.it, il braccio svelto della Provincia, a proposito del tifone “indennità”.
    Roberto Nolli, Ragioniere Generale del Comune:
    noi non andiamo nei ristoranti di lusso del centro, come faceva la Giunta Corada, a spese del cittadino…..
    Giancarlo Corada, sindaco spizzettato nel 2009:
    non ho motivo di contestare i suoi dati, che non conosco. Quanto ai ristoranti, è noto che mangio poco e non mi pare che gli altri assessori abbiano mai fatto cose particolari, a parte missioni a Milano o Roma.
    E noi cremonesi in mezzo a cotanti campioni.

    Cremona 11 12 2011 http://www.flaminiocozzaglio.info

  • elia

    ieri ho offerto per strada in zona piazza del duomo 5 centesimi per compensarli nell’attesa nell’attesa che prendano gli arretrati ad un assessore, in compagnia di un dirigente del PDL ma con aria scocciata non li ha voluti, pazienza proverò con un altro intanto sono in dieci qualcuno che acvrà bisogno ci sarà visto i tempi di magra che ci attendono
    elia sciacca

  • Lucia

    E’ un po come quando questi si lamentavano con Corada di fare cassa con le multe, adesso sono solo passate da 1600000 (Corada) a 3100000 euro (Perri).

  • REPETITA IUVANT

    Sempre sulla disgraziata faccenda di Oreste e compagni che riprendono le indennità complete: piantatela di insistere sulla legittimità, siete fuori tema. Vi state facendo massacrare sull’opportunità perfino dai vostri predecessori, i neodemocratici, ma, mentre di fronte ai cittadini non c’è difesa, verso i compagni ce n’è, tanta, da usare però a tempi e modi esatti.
    Roberto Nolli perde, oggi, se ricorda, solo oggi: fa la morale chi, come assessore, usava i soldi del Comune per andare al ristorante. Poteva aggiungere, e comprava 10 (dieci) quotidiani al giorno per 4 000 euro l’anno ad assessore. Perché ricordato solo oggi, anche se esatto come l’incerta replica di Corada conferma (meglio per lui sarebbe stato tacere, lasciando il dubbio), suona solo di ripicca, come dire, io sbaglio ma anche lui. E allora? conclude il cittadino, peggio per me, se siete in due a sbagliare…
    La destra, cremonese e nazionale, in questo gemelle, non può lasciarsi dire tutto e tacere ciò che deve, la faccenda dei ristoranti e dei giornali, scoperta proprio da Nolli due anni fa appena preso l’incarico, doveva essere ripetuta almeno due volte la settimana, e aumentata di tutti i sussidi ai vari comitati amici, agli incarichi a chi si doveva etc etc, alle sovvenzioni purché si vivesse da rossi, in modo da far entrare nella testa della gente che se al Pdl tagliano i fili del telefono perché non ha i soldi per pagare la bolletta, mentre il Pd ha una megasede propria con impiegati fissi e a stipendio, ci sarà più di un motivo, molto solido.
    Tutto questo non ci avrebbe tolto di dosso il giudizio della gente d’aver fatto una scelta errata, perlomeno avremmo impedito ai nostri cari predecessori di lustrarsi il muso con dei meriti che esistono solo nella loro fantasia, e di conservarci sempre lo stereotipo, loro pensano ai poveri e agli oppressi, noi a far soldi….

    Cremona 12 12 2011 http://www.flaminiocozzaglio.info

  • elia

    L’altro ieri ho offerto vicino alla piazza del duomo 5 centesimi a un assessore, provinciale da devolvere a qualche assessore comunale suo amico ma non li ha voluti,volevo con questo gesto di solidarietà confortare gli assessori comunali per la spasmodiva attesa che incassaino gli arretrati del famoso 7% che si erano tagliati, non fa niente proverò con un altro assessore visto che sono in dieci non mi mancgerà l’occasione,vi farò sapere .

    • Gigi

      hahahaaha
      Grande Elia avrei voluto vedere la sciena.
      Propongo di portare le offerte durante il consiglio comunale, non vorrei che morissero di fame.

      • elia

        il 19 c’è il consiglio potremmo raccogliere le offerte per evitare nell’attesa che prendano gli arretrati come dice la Mussolini che qualcuno li istighi al suicidio.

  • QUESTA VOLTA HANNO PERSO IL TRENO DEL BUON SENSO:
    IL TRENO LI AVREBBE CONDOTTI IN UN TERRITORIO A LORO SCONOSCIUTO
    DOVE LA GENTE, GIA’ INBUFALITA PER COSE SUE SI TROVA ANCHE A DOVERSI
    CONFRONTARE CON NOTIZIE DI QUESTO TIPO.
    CHE SIA UN RECUPERO O NO , NON HA RILEVANZA.
    L’IMMAGINE CHE APPARE ALLA GENTE E’ LA DEVASTAZIONE DELLA POLITICA.
    CHI HA ANCORA IL CONTROLLO DEI NERVI SPERA CHE NON ACCADA MAI NULLA
    DI INCONTROLLABILE : SPERIAMO.

  • Wilkins Micawber

    Sono ancora convinto che stiamo prendendo lucciole per lanterne. La giunta Perri ha deciso di prendersi ciò che gli spetta. Ma se l’Italia va male è colpa di Perri? Ma una amministrazione si deve giudicare per quello che fa per i suoi cittadini. Non mi piace questa rabbia, l’odio serpeggiante. Un consigliere che non rispetta un assessore onesto non credo che ne debba andare orgoglioso. Ma dove eravate in questi quindici anni di berlusconato imperante?

    • giorgio

      scusate le critiche, e’ giusto che gli amministratori si intaschino il meritato stipendio. Sono i cittadini che devono dare. Bene cosi? Viva L’Italia.