Commenta

Mercatino di S. Lucia Bancarelle artigianali a Cremona Solidale

cr-solidale

Mercatino di S. Lucia a Cremona Solidale: le Palazzine della Residenza socio assistenziale per anziani si sono animate per tutta la domenica pomeriggio grazie alla presenza di alcune bancarelle. Esposti oggetti dell’artigianato e dell’hobbistica, decorazioni natalizie, biglietti d’auguri e ricami.

In particolare vanno menzionati i ragazzi e le ragazze delle Comunità alloggio “Barbieri” che hanno portato i loro lavori, eseguiti nel laboratorio dei frati di via Brescia. Davvero encomiabile la pazienza e la disponibilità di questi giovani e dei loro educatori che hanno dedicato la domenica alla Casa di riposo, agli anziani ed ai loro parenti. Un progetto, il Laboratorio “Endora” delle Comunità minori, iniziato nel 2010 grazie ad una volontaria, Mara, che ha istruito i ragazzi in questa arte e li ha appassionati; un laboratorio che prende vita con una finalità benefica a 360 gradi: raccogliere piccole donazioni da riversare in altri progetti a sostegno di altri minori in difficoltà. Ed oltre che per la motivazione,  è l’impegno e la cura con cui sono eseguiti questi piccoli lavori che meritano una citazione e ne rappresentano il segno distintivo.

Anche il gruppo delle “Ragazze della grande età” dell’Oratorio di Pozzaglio si sono prodigate per vivacizzare il pomeriggio della Palazzina Mainardi con le loro decorazioni natalizie, tutte realizzate a mano, tutte curate nei dettagli e frutto di un impegno e di una passione che unisce e dà un carattere speciale a questo piccolo oratorio. Sono la dimostrazione  che anche in questa età, la “grande età” si può dare tanto, si possono fare cose di tutto rilievo, si continua ad imparare e ci sono tante energie da spendere. Da menzionare il presepe esposto: statue davvero ben eseguite, ornate di abiti preziosi.

Donata è invece una signora che ha riscoperto il piacere del ricamo all’antica, del lavoro a maglia prezioso, dell’uncinetto artistico, dei monili in stoffa che tanto piacciono alle giovani di oggi. E, insieme a questo, la decorazione, la capacità di rendere speciale un porta occhiali, una tovaglietta, un cuscino: una capacità che in RSA si cerca di tenere viva grazie al laboratorio che gli educatori hanno organizzato con alcune volontarie, proprio sulla scorta di quanto suggerito da Donata.

Ennio, di Casalsigone, fantasista della frutta e della marmellata, propone frutti antichi, nati spontaneamente nel nostro territorio e rimasti nascosti, sapori dimenticati, ingiustamente snobbati da un mercato destinato ai soli prodotti di tipo industriale, di massa, dove tutto ha lo stesso colore, la stessa dimensione, lo stesso gusto. Ennio è oramai un amico della RSA, conosciuto da ospiti e parenti perché in altre occasioni ha supportato volontari ed educatori nella migliore riuscita dei pomeriggi di festa a Cremona Solidale.

Franca da 3 anni ha scoperto che si può imparare a fare cose belle con poco, un po’ di pietre dure, qualche vetro colorato, resine e piccole murrine. Orecchini, collane, bracciali prendono vita e piacciono tanto alle signore ospiti della RSA.

Un’occasione importante quella del mercatino perché porta dentro la casa di riposo un po’ della vita che scorre fuori da via Brescia e un po’ della originalità e della disponibilità che caratterizza tante persone appassionate e generose.

 

© Riproduzione riservata
Commenti