Commenta

Contro Caserta, sembra un’altra Vanoli I biancoblu vincono 77 a 70

lighty3

Il PalaRadi torna protagonista nella decima giornata del campionato di serie A. A far visita alla Vanoli-Braga (ore 18.15) la Pepsi Caserta di coach Pino Sacripanti. Prima volta sul campo cremonese dell’americano David Lighty (nella foto) che in settimana ha preso il posto di Von Wafer. Il bilancio tra le due squadre in serie A è 3 a 1 in favore di Caserta con l’unica vittoria cremonese arrivata la scorsa stagione in casa. La corazza avversaria ha nel curriculum due vittorie importanti, contro Siena e Milano, e viaggia a quota 10 lunghezze in classifica, sei in più dei biancoblu. Gli arbitri designati per la partita sono i signori Enrico Sabetta, Massimiliano Duranti e Alessandro Vicino.

Partenza ottima della formazione cremonese. La squadra biancoblu punta sulla velocità e sul gioco a campo aperto, conquistando le prime lunghezze del match. A metà del primo quarto, la Vanoli è in vantaggio 12 a 11. Combattuta la seconda parte del primo: a due minuti dal termine le due compagini sono 17 pari. 22 a 19 è il risultato parziale della prima frazione.
Acceso il secondo quarto. La compagine di casa è scatenata e, a sei minuti dal break, segna 31 a 28. Il Caserta, da parte sua, prova a reagire, ma la Vanoli ha la faccia delle grandi occasioni e il tabellone segna 38 a 28. A due minuti dalla fine, gli ospiti sembrano risvegliarsi, mister Caja non vuole rischiare e chiama a raduno i suoi. Caserta rosicchia qualche lunghezza, ma i padroni di casa tengono: 41 a 34.
Caserta tenta di ritrovare tiro a canestro e fiducia all’inizio del terzo quarto. La Vanoli perde un po’ di smalto, ma mantiene un discreto vantaggio, 48 a 42 a sei minuti e mezzo dalla fine. A trenta secondi dalla fine, un doppio tecnico con espulsione ai danni di Cinciarini regalano al Caserta sei tiri liberi che permettono agli ospiti di ribaltare il punteggio, riportandosi in vantaggio di quattro lunghezze.
Ultimo quarto al cardiopalma. Il Palaradi è caldissimo per le decisioni arbitrali e per l’alto livello del match. Il tabellone segna 56 pari. Finale combattuto: la Vanoli stringe i denti e si porta in vantaggio 67 a 61. Cremona soffre, ma resiste: a un minuto e 28 i biancoblu sono 72 a 70.  Incredibile canestro di Kakiouzic a dodici secondi dalla fine: 75 a 70. Al fischio finale, prima vittoria casalinga della Vanoli (77 a 70) e atteggiamento eccellente della compagine di casa nostra.

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA


© Riproduzione riservata
Commenti