2 Commenti

Amianto e mazzette, rinnovato sequestro ex cava a Cappella Cantone

evidenza-discarica

Rinnovato dal gip di Milano Elisabetta Meyer il sequestro preventivo dell’ex cava di Retorto, a Cappella Cantone, dove sarebbe dovuta sorgere la discarica di amianto (in odore di tangenti secondo l’inchiesta). Il nucleo di polizia tributaria della guardia di finanza milanese ha eseguito ieri la ‘rinnovazione’ del provvedimento, dopo la decisione del giudice per le indagini preliminari, presa su richiesta del procuratore aggiunto Alfredo Robledo e del sostituto procuratore Paolo Filippini. Quest’ultimo ha interrogato nuovamente, nei giorni scorsi, l’imprenditore arrestato Pierluca Locatelli, che ha parlato per più di cinque ore. Verbale secretato, ma molti potrebbero essere gli elementi forniti da Locatelli. Si attendono sviluppi.

Michele Ferro

© Riproduzione riservata
Commenti
  • E a Cappella Cantone i nostri amministratori & C. fanno finta di niente, come se non fosse successo nulla, la gente non ne può più.
    C’è un malcontento, un mal costume, tutto è lecito, come Berlusca “Ghe pensi mi”, in realtà la situazione non è delle migliori, basta venire a Cappella Cantone e si vede subito il clientelismo, tolleranza verso chi ha dato loro il voto, e bastonate a chi gli ha votato contro.

    • Nilo

      Che landa di bruti!