2 Commenti

Calcioscommesse, Doni lascia il carcere di Ca’ del Ferro Domiciliari in Alto Adige

doni1

Natale a casa per Doni. Il giocatore dell’Atalanta, arrestato nell’ambito dell’inchiesta “Last Bet”, ha lasciato il carcere di Ca’ del Ferro accompagnato dalla moglie, in direzione Alto Adige, luogo concordato col gip Guido Salvini. Arresti domiciliari anche per Nicola Santoni e Antonio Benfenati. Resta in carcere, invece, Filippo Carobbio, ex centrocampista di AlbinoLeffe, Grosseto e Siena, in questa stagione allo Spezia. Doni tornerà a Cremona l’11 gennaio, data nella quale è stato fissato l’interrogatorio con il pm Roberto Di Martino. Agenda degli interrogatori che prevede martedì 27 Santoni (ore 10.30), mercoledì 28 Gervasoni e Zamperini, giovedì 29 Sartor.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti
  • CALCI PULITI

    Non voglio essere frainteso ( il coraggio di critiche, anche forti, a certi magistrati, ce l’ho, basta sfogliare il blog alla categoria “giudici”) se dico di ammirare i nostri Di Martino e Salvini.
    Ma non mi piace neanche un po’ il sistema “Mani Pulite” applicato alle indagini sul calcio scommesse: chi canta esce, chi usa il diritto, costituzionalmente garantito, di non parlare, sta dentro.
    Borrelli, Procuratore di Milano e inquisitore magno, nel silenzio vile di chi aveva il dovere di contestarlo, teorizzava: se non confessano, è la prova che non hanno rotto col loro mondo e potrebbero ripetere il reato. Dunque, dentro fino alla resa, come non prevedono il codice e il diritto di tutti i Paesi civili.

    Cremona 25 12 2011 ww.flaminiocozzaglio.info

  • mario

    last bet, ultima scommessa, non last best(l’ultimo migliore: Palmiro Togliatti ?)