Commenta

Condannato a 20 mesi il ladro di "gratta e vinci"nella tabaccheria di via Giordano

polizia

Un anno e otto mesi di reclusione. Questa la condanna per  Francesco I., il 25enne di Brugherio (Monza e Brianza) arrestato per il furto aggravato di 300 “gratta e vinci” nella tabaccheria di via Giordano. La pensa verrà scontata agli arresti domiciliari a casa della convivente. Il pubblico ministero onorario Silvia Manfredi aveva chiesto per lui  dieci mesi di reclusione nel processo per direttissima, con rito abbreviato, davanti al giudice Pierpaolo Beluzzi che ha inasprito la pena a un anno e otto mesi. Il giovane aveva già alcuni precedenti alle spalle. Appena arrivato in tabaccheria aveva chiesto di acquistare una stecca di sigarette. Intanto che il tabaccaio non lo guardava,  si è intascato 300 “gratta e vinci” da un euro l’uno. Poi, una volta uscito, ha cominciato a “grattare” le schedine  in mezzo alla strada, buttando via i biglietti senza valore e tenendo per sé quelli vincenti, 61 in tutto, per una vincita di 134 euro, incassata però in un’altra tabaccheria di Cremona. Alcuni cittadini avevano notato il 25enne gettare via i biglietti per strada, ed avevano allertato la polizia che nel frattempo aveva ricevuto la denuncia del tabaccaio derubato che aveva notato i movimenti dell’uomo attraverso la telecamera. La polizia riusciva ad intercettare il ladro arrestandolo con l’accusa di furto aggravato. Francesco sarebbe anche l’autore di un altro furto di denaro messo a segno lo scorso mese di dicembre in un’altra tabaccheria cittadina.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti