Cronaca
Commenta7

Leghisti cremonesi ribelli: il senatur chiede di isolare Maroni, ma la federazione di Cremona fa l'esatto opposto

La Lega di Cremona sceglie ‘Bobo’ Maroni. La segreteria provinciale della Lega cremonese non ha dubbi e, nel terremoto che sta spaccando il partito a livello nazionale, appoggia incondizionatamente l’ex ministro nonostante l’anatema di Umberto Bossi. Giusto ieri il senatur ha fatto inviare alle segreterie provinciali del Carroccio una missiva con la quale chiede di sospendere qualsiasi tipo di incontro pubblico alla presenza di Maroni. E’, di fatto, la controffensiva di Bossi e del ‘cerchio magico’ (corrente interna alla Lega) originata dallo scontro sul caso Cosentino.
La federazione cremonese, da sempre vicina all’ex ministro dell’Interno, non esita e ingrossa il fronte dei ribelli al diktat di Bossi. Sono infatti già una cinquantina da tutto il Nord – a quanto riferisce l’ANSA – gli inviti rivolti da segreterie provinciali, ma anche da sindaci e da sezioni della Lega Nord a Roberto Maroni per tenere incontri pubblici sui loro territori. Tra le federazioni più attive, quella di Bergamo, tra le prime a ribellarsi a Bossi e ad invitare Maroni nelle sue sezioni. Anche la segreteria provinciale della Lega di Cremona, si apprende da alcuni militanti, invierà nelle prossime ore una richiesta alla segreteria nazionale proprio per avere Maroni nei comuni e nelle sezioni cremonesi.
Eloquente, in questo senso, l’invito pubblicato dal vicesegretario Alessandro Carpani sulla sua pagina di Facebook. Carpani si rivolge direttamente a ‘Bobo’ Maroni: “Ti invitiamo a fare incontri pubblici anche a Cremona, Soncino, Pizzighettone, Castelleone, Soresina, Casalmaggiore, Ostiano, Castelvisconti, Robecco d’Oglio, Ripalta Arpina! Siamo tutti con te BOBO!”.
La federazione cremonese della Lega è certamente in buona compagnia, almeno per quanto riguarda la Lombardia. Sembra infatti che le uniche federazioni allineate sulle posizioni di Bossi e del cerchio magico siano quelle di Crema e Varese.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti