Commenta

La Finanza al Dopolavoro Ferroviario Controllo contabile su un tour operator indagato per l'inchiesta sulle case vacanza del Comune di Milano

evidenza-dopolavoro

– FOTO FRANCESCO SESSA

La Guardia di Finanza si è recata ieri al Dopolavoro Ferroviario di Cremona, in via Bergamo, nel quadro dell’inchiesta sugli appalti delle case vacanza del Comune di Milano. Il nucleo regionale della Polizia Tributaria ha avviato una indagine a tappeto partendo da alcune società bergamasche ed allargando poi ad altre sedi: la Etsi Cisl, la Cooperativa Aeper, la Cisl Lovere e la Gruppo Viaggi srl tutte di Bergamo, la Dlf (Dopolavoro Ferroviario di Cremona), la Etsi Cisl di Milano, la Destinazione Sole di Serio Travel, la Mania Viaggi di Trescore Balneario, la Grigna Express di Lecco. Perquisizioni anche al Patronato San Vincenzo di Bergamo, al Centro Anziani di Spirano, al centro invalidi pensionati Bagnatic sempre di Bergamo. Nel mirino della Procura di Milano (pm Tiziana Siciliano) vi sarebbero cinque appalti del Comune di Milano (Giunta Moratti) per quasi 40 milioni di euro assegnati dall’assessorato ai Servizi Sociali guidato da Mariolina Moioli. Gli appalti sarebbero stati assegnati a società turistiche bergamasche senza averne i requisiti. Nel mirino ci sarebbero la gestione di case vacanze in Liguria, Piemonte e Veneto. che l’assessorato dà a pagamento per i bambini milanesi. Il Nucleo di Polizia Tributaria ha bussato a una ventina di sedi di società e cooperative, tra le quali anche quella del Dopolavoro Ferroviario di Cremona. Nel documento notificato durante le perquisizioni vi sarebbero già i nomi di quattro indagati con reati ipotizzati gravissimi come la corruzione, la turbativa d’asta, la truffa aggravata. Per l’accusa le società facevano capo a Dario Zambelli e sarebbero tutte vicine alla Cisl bergamasca. Secondo informazioni in nostro possesso al Dopolavoro Ferroviario di Cremona i finanzieri avrebbero avuto dimostrazione contabile e documentale dell’assoluta regolarità del rapporto con Dario Zambelli, il tour operator oggetto dell’indagine, dimostrata con fatturazioni e regolari pagamenti da parte del Dlf.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti