2 Commenti

In manette il portiere Cassano E quattro gare di A nel mirino

polizia_pettorine

Cassano

AGGIORNAMENTO – Nuovi clamorosi sviluppi sulla vicenda del calcioscommesse, tra imbrogli, scommesse clandestine e criminalità. Ci sono infatti nuovi arresti nell’ambito dell’indagine della squadra mobile di Cremona, guidata da Sergio Lo Presti: questa mattina sono stati bloccati dalla polizia il portiere del Piacenza Mario Cassano e l’infermiere barese Angelo Iacovelli. Al quadro già nelle mani degli investigatori si sono aggiunti i riscontri, con elementi molto forti, successivi alle dichiarazioni di alcuni indagati (e indipendenti da quanto raccolto in inchieste simili di altre città). Nei confronti dei due sono stati eseguiti dei provvedimenti di custodia cautelare in carcere firmati dal gip Guido Salvini su richiesta del procuratore Roberto Di Martino. L’accusa per entrambi è quella di associazione per delinquere finalizzata alla truffa e alla frode sportiva. Di Cassano ha parlato anche Cristiano Doni nel suo l’interrogatorio, per la presunta combine legata il match Atalanta-Piacenza. Iacovelli era stato ascoltato (avrebbe fatto alcune ammissioni) nei giorni scorsi dai magistrati di Bari che indagano su un altro filone. Il primo avrebbe preso parte a tentativi di manipolazione di quattro gare della squadra emiliana in serie B: Piacenza-Albinoleffe, Atalanta-Piacenza, Siena-Piacenza, della stagione 2010/2011, e Piacenza-Mantova, del campionato 2008/2009. Il secondo sarebbe invece coinvolto in quattro presunte combine di partite di serie A della stagione 2010/2011: Milan-Bari, Bari-Sampdoria, Bari-Roma, Palermo-Bari. Iacovelli sarebbe il collegamento con i personaggi balcanici dell’organizzazione.

Lo scandalo si allarga franando su tutto i calcio italiano, tanto che Roberto Di Martino, procuratore di Cremona, parla di un “campionato di Serie A completamente falsato”, quello del 2010-2011, la stagione precedente. Il pm ha spiegato nei giorni scorsi: “Alcune squadre hanno compromesso la genuinità della lotta per la retrocessione, altre quelle per la qualificazione in Europa League, altre ancora singole parite”. Di Martino sottolinea che “mettendole insieme, la quantità di gare truccate è tale che l’intero torneo è da considerarsi compromesso”. La questione insomma non riguarda solo i bassifondi delle classifiche e qualche scommessa.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti
  • cosimo

    peccato che poi questo procuratore venga fuori con una boutade indecente sulla necessità di un’amnistia sportiva. e peccato che si sia completamente dimenticato di indagare su questa intercettazione che palesemente riguarda la partita cesena juventus dello scorso campionato.

    Telefonata del 19/03/2011 (ore 18.44) il Bellavista parlando con Stefano Bettarini detto il “Bello”, gli offre di giocare un “Over” per il giorno dopo, facendo chiaramente intendere che il risultato è sicuro come quello da loro giocato in precedenza su un altro incontro di calcio.
    UOMO dall’accento toscano (l’utenza è del noto ex calciatore Bettarini) e Antonio Bellavista
    UOMO toscano:….tu ascolta TISCI che vai parecchio lontano
    BELLAVISTA Antonio:…..no ma ho fatto pure io….
    UOMO toscano:…tu ascolta TISCI
    BELLAVISTA:….ho fatto pure io qualcosina
    UOMO Toscano:…eh grazie a chi?
    BELLAVISTA:….eh grazie a te ci mancherebbe
    UOMO Toscano:…ah ecco…ascolta TISCI che vai lontano io lo so che te spippoli tanto…anche LIVE spippoli tu
    BELLAVISTA:…no non ho fatto un cazzo perchè sembrava vera zio porco ad un certo punto
    UOMO Toscano:…..l’acqua…l’acqua vera….acqua vera rocchetta e l’uccellino
    BELLAVISTA:….no perchè questa era al trentacinquesimo ed è “O” ….poi
    UOMO Toscano:…eh si pure io giocavo a tennis al trentacinquesimo…..al quarantaduesimo c’è stata un’entrata a girocollo
    BELLAVISTA:….dove sei…ma quando è che passi?
    UOMO Toscano:….sono in viaggio, mercoledi…
    eccetera eccetera
    Allora… eravamo al 19 marzo di quest’anno; indovinate qual era la partita precedente in cui tutto era filato liscio: Cesena-Juventus. Risultato 2-2. Un classico “over” come abbiamo ben imparato da questa vicenda. Vediamo ora l’andamento della partita. La juve nel primo tempo va avanti sul 2-0. E questo coincide benissimo con le parole di Bellavista (sembrava vera…a un certo punto) e con il commento dell’Uomo Toscano (l’acqua vera….acqua vera rocchetta e l’uccellino) che così cita, ovviamente, la prestazione di Del Piero. Partita vera, fino al secondo gol juve (trentacinquesimo), dunque. Poi al quarantaduesimo arriva il fallaccio di Motta (entrata al girocollo) che viene anche espulso. La partita gira e finisce 2-2
    Non è che di martino nasconde una fede juventina?

  • cosimo

    scusate errata corrige: era il 19 marzo 2011