2 Commenti

Scuole superiori in Lombardia, nessuna cremonese nella top 50 Aselli, Manin e Vida spiccano tra le nostre

scuole-classifica-fondazione-agnelli

Scuole superiori e qualità, Cremona non brilla. Nessun istituto nella top 50 regionale. Due licei tra le prime 100 posizioni, su un totale di 453. La valutazione è della Fondazione Giovanni Agnelli, che ha stilato una graduatoria tra realtà statali e paritarie della Lombardia in base al rendimento (ma non solo) degli studenti all’università (valutati 65mila ragazzi sui dati dell’Anagrafe nazionale universitari e quelli più recenti sono del 2007/2008 e dell’anno accademico successivo, pertanto i nomi delle superiori si riferiscono a quegli anni). Esclusi i professionali, caratterizzati dalla preparazione al mondo del lavoro. Lo studio, pubblicato oggi sul Corriere della Sera, ha tenuto conto di variabili diverse: oltre a profitto (voti) e velocità (crediti conseguiti rispetto a quelli dichiarati come impegno annuale) dimostrati dai neoiscritti all’università durante il loro primo anno di studi, è stata valutata la complessità dell’indirizzo scelto, le caratteristiche individuali (ad esempio voto di maturità e assenza di bocciature), effetti territoriali (come modelli culturali e abbondanza o scarsità di opportunità lavorative che può spingere o meno verso l’università), la composizione socio-culturale (effetti di selezione per indirizzi), l’effetto scuola (contributo da parte degli istituti formare e orientare gli studenti, sia come servizi offerti che come qualità di insegnamento).

Scorrendo la graduatoria finale e complessiva della Fondazione Giovanni Agnelli, Cremona compare per la prima volta al 57esimo posto con il liceo scientifico Aselli. Più indietro, al 90esimo, il classico Manin. La posizione per il paritario classico e scientifico Vida è la 100esima. 172esimo l’istituto agrario Stanga e 178esimo il Beltrami (ragioneria). Alla 222esima posizione troviamo il liceo scienze sociali Anguissola. Alla 248esima il Ghisleri, al 261esimo posto l’Itis Torriani e al 338esimo il linguistico paritario Beata Vergine.

Quanto a Casalmaggiore, 117esimo l’istituto Romani.

L’EFFETTO SCUOLA

L’effetto scuola, come detto, è la valutazione del contributo degli istituti nel formare e orientare gli studenti, sia come servizi offerti che come qualità di insegnamento. Nella graduatoria specifica di questo fattore lo Stanga è 62esimo. 92esimo il Beltrami, l’Aselli è invece alla posizione 110. 158esimo il Manin, 196esimo l’Anguissola,  248esimo il Ghisleri, 258esimo il Vida, 281esimo il Torriani, alla posizione 405 il linguistico Beata Vergine.

Il Romani di Casalmaggiore è 261esimo.

PASSAGGIO ALL’UNIVERSITA’

Nello studio anche la percentuale di diplomati che decidono di proseguire gli studi. Oltre l’80% ad Aselli, Manin, Vida, Stanga e Beata Vergine. Tra il 60 e l’80% all’Anguissola, Tra 40 e 60% al Ghisleri e al Torriani. Tra 20 e 40% al Beltrami.

Al Romani di Casalmaggiore la percentuale è tra 60 e 80%.

RIEPILOGO

Pos. Nome scuola Rank effetto scuola Posizioni guadagnate o perse a causa: tipologia studente Posizioni guadagnate o perse a causa: territorio Posizioni guadagnate o perse a causa: effetto indirizzi Percentuale universitari
57 Liceo scientifico ‘Aselli’ 110 -4 15 42 Oltre 80%
90 Liceo classico ‘Manin’ 158 -19 35 52 Oltre 80%
100 Liceo classico e scientifico ‘Vida’ (paritario) 258 1 47 110 Oltre 80%
172 Istituto ‘Stanga’ 62 -21 -1 -88 Oltre 80%
178 Istituto tecnico commerciale ‘Beltrami’ 92 28 -11 -103 Da 20 a 40%
222 Liceo scienze sociali ‘Anguissola’ 196 -14 33 -45 Da 60 a 80%
248 Istituto ‘Ghisleri’ 248 15 58 -73 Da 40 a 60%
261 Istituto tecnico industriale ‘Torriani’ 281 -5 18 7 Da 40 a 60%
338 Liceo linguistico ‘Beata Vergine’ (paritario) 405 19 20 28 Oltre 80%
117 Istituto superiore ‘Romani’ (Casalmaggiore) 261 -3 156 -9 Da 60 a 80%

LE PRIME CINQUANTA SCUOLE (dal Corriere della Sera)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti