3 Commenti

Contro la concessione edilizia all'ex Scac la Corazzi Fibre ricorre al Tar

ex-scac-area-commerciale

Tegola sulla vicenda dell’ex Scac per la quale il Comune voleva viaggiare in tempi rapidi. La società Corazzi Fibre ricorre al Tar contro il Comune di Cremona per la concessione edilizia per l’ex Scac (commerciale, artigianale, albergo e uffici) alla società Toto Costruzioni. La notizia è contenuta in una lettera inviata nei giorni scorsi dall’avvocato bresciano Fontana, per conto della Corazzi, all’Ufficio legale del Comune nella persona dell’avvocato Cistriani. Nella lettera si dice che la Corazzi ricorrerà al Tar in forma cautelativa perché sarebbe venuta meno, da parte del Comune, la convocazione preliminare della azienda prima delle decisioni definitive specialmente in ordine alla viabilità del comparto ex Scac-ex Piacenza. A far scattare la scelta di ricorrere al Tribunale Amministrativo Regionale il fatto che il Comune avrebbe deliberato tutto al mattino, salvo poi convocare la Corazzi al pomeriggio a scelte ormai compiute.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Holtzmann

    Il pesce puzza dalla testa…
    Se questa è la professionalità della nostra amministrazione comunale non abbiamo scampo (ma scampi). Alla prossima riprendiamoci quella di sinistra (sigh!).

  • Verità

    Che titolone !!!ma quante storie si inventano i giornalisti!! Visto che la verità non e’ così .

    • Zip

      e quale sarebbe la verità? ci illumini