Un commento

Bulli sui bus, intensificati i controlli della polizia

Controlli-intensificati

Controlli intensificati per contrastare quei comportamenti intollerabili sui bus, ai danni di viaggiatori e autisti. Diversi gli episodi di questo tipo nelle ultime settimane. L’intervento è stato deciso dal questore Antonio Bufano. E ieri, dopo la chiamata di una donna, la squadra volante si è attivata per la presenza di tre ragazzini che ripetutamente ingiuriavano la signora. A telefonare alla polizia è stata una 72enne, finita nel mirino dei minorenni (frequentatori della stessa linea) da diverso tempo, perché in passato li aveva richiamati per il loro comportamento (ad esempio appoggiavano i piedi sui seggiolini). Questa volta la 72enne non ce l’ha più fatta, e si è sentita costretta chiedere aiuto al 113. Una volante ha intercettato l’autobus alla fermata di piazza Roma su indicazione della telefonata ricevuta dalla sala operativa della polizia; qui i minori (di 14-15 anni) sono stati prelevati per essere portati in questura. Si tratta di due stranieri e di un italiano (il gruppetto sembra però agire solitamente con la presenza di quattro ragazzini, l’altro componente non è sconosciuto ai poliziotti). I tre giovanissimi sono stati ora riaffidati alle famiglie, nessun reato procedibile d’ufficio. Una querela potrebbe però partire dalla signora vittima delle vessazioni verbali.

Michele Ferro

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Klaudia

    Secondo me dovrebbero mettere una persona in borghese che fa parte delle forze dell’ordine su ogni linea sotto il mirino dei bulli (come il Cambonino) così almeno questi bulli la smetteranno di credersi chissà chi con gli autisti o controllori!!!
    E non parlo di bulli che mettono i piedi sui sedili ma dei bulli che guastano le porte e mettono in pericolo la vita degli altri passeggeri.