Commenta

Caso assunzioni in Comune, documento di Pd e Quinzani a tutela dei lavoratori

Comune

Pd e Cremona per la libertà si attivano in Consiglio sul caso delle 32 assunzioni in Comune degli “avvisi” della Corte dei conti arrivati ad amministratori e dirigenti, accusati dal massimo organo di controlli di “procurato danno erariale” (leggi l’articolo). I consiglieri comunali del gruppo del Partito Democratico Elena Guerreschi, Giovanni Gagliardi, Caterina Ruggeri e Daniele Burgazzi, insieme al capogruppo di Cremona per la libertà Ferdinando Quinzani, hanno presentato al Sindaco un’interrogazione per avere chiarimenti circa la vicenda della stabilizzazione dei 32 lavoratori precari.

L’interesse dei consiglieri è rivolto in particolare alla tutela ed alla salvaguardia dei lavoratori e delle famiglie coinvolte: per questo si chiede se ci potranno essere conseguenze dirette per i lavoratori, per la loro assunzione e come questa Giunta ha eventualmente intenzione di tutelare la loro posizione. Inoltre, con l’interrogazione si chiede che il Consiglio comunale venga informato circa le verifiche di legittimità effettuate prima di dar corso all’ultima parte delle procedure di stabilizzazione, anche per capire se vi siano responsabilità politiche ed amministrative ed in capo a chi.

IL TESTO COMPLETO DELL’INTERROGAZIONE

Al sig. Sindaco del Comune di Cremona
Al Sig. Presidente del Consiglio Comunale

Interrogazione a risposta orale

Premessa:

• Si è appreso che  presso la Corte dei Conti è in corso una verifica delle procedure relative alla stabilizzazione di 32 dipendenti avvenuta con il concorso indotto dall’amministrazione nel 2010, in quanto parrebbe che tale operazione sia avvenuta in contrasto con le regole relative al Patto di Stabilità e con altre previsioni normative. Oltre a ciò, la Corte dei Conti ipotizza una responsabilità di amministratori e dirigenti per procurato danno erariale;

ritenuto

• che la stabilizzazione di alcuni precari fosse da considerarsi come azione meritevole dal punto di vista politico, stante la necessità di garantire efficienza e buon funzionamento dell’amministrazione oltre che garantire stabilità alle famiglie coinvolte;

considerato

• l’interesse del Consiglio Comunale e di tutti i cittadini ad avere notizie certe in base alla situazione configuratasi in seguito agli interventi della Corte dei Conti, sia ai fini della verifica sulla legittimità e trasparenza dell’operazione, sia in ragione della necessità di conoscere la sorte delle assunzioni effettuate;

• che il compito della Giunta è quella di operare scelte politiche finalizzate al perseguimento dell’interesse dei cittadini, mentre la valutazione della legittimità degli strumenti da adottare per perseguire tale obiettivo è rimesso al personale dirigente,

Tutto ciò premesso e considerato si chiede al Sig. Sindaco

•  preliminarmente di relazionare circa i procedimento in corso presso la Corte dei Conti, quali sono le violazioni imputate ad amministratori e dirigenti e qual è l’entità del danno erariale che la Corte ipotizza, e quali responsabili sono stati individuati;

•  quali siano le problematiche relative alla stabilizzazione dei 32 dipendenti, se ci potranno essere conseguenze dirette per gli stessi e per la loro assunzione e come questa Giunta ha eventualmente intenzione di tutelare la loro posizione;

•  se, all’epoca dell’adozione delle procedure da attuare per la stabilizzazione dei dipendenti, questa Giunta fosse a conoscenza di profili eventuali di illegittimità, e in caso contrario, in capo a chi avrebbe dovuto essere la responsabilità di effettuare tale verifica e di manifestarla alla Giunta.

 

I consiglieri del Partito Democratico

Elena Guerreschi

Giovanni Gagliardi

Caterina Ruggeri

Daniele Burgazzi

Il capogruppo di Cremona per la libertà

Ferdinando Quinzani

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti