Commenta

Concluso lo stage estivo per strumenti a fiato 'Ponchielli' 45 i ragazzi partecipanti

stage-fiati

Con un concerto finale al Teatro Monteverdi si è concluso lo stage estivo per strumenti a fiato “A. Ponchielli”, giunto ormai alla quinta edizione. Uno stage riservato ai ragazzi dagli 8 anni in poi e che vede la presenza di un numero elevato di partecipanti (45 sono infatti gli iscritti). Per un’intera settimana, dalle 10 alle 17, questi giovani hanno trascorso il proprio tempo studiando, insieme, uno strumento musicale.

L’iniziativa nasce da una collaborazione tra l’associazione musicale 3T e l’Assessorato alle Politiche Educative del Comune di Cremona. Diretto e coordinato dai maestri Alberto Venturini e Gianluigi Bencivenga, coordinatore dei progetti musicali Mousiké e Musicambo del Comune di Cremona,  coadiuvati dal maestro di tromba Antonino Campisi,  lo stage ha come obiettivo non solo quello di  approfondire lo studio dello strumento musicale e della musica d’insieme, ma di costituire un’importante occasione motivante e stimolante per vivere insieme attività che possano migliorare  lo stare insieme.

Oltre a ridurre il periodo di inattività didattica trasformandolo in un momento di approfondimento, attraverso l’uso di partiture appositamente pensate e riarrangiate per l’occasione, lo stage è l’occasione per fare in modo che l’esperienza della musica d’insieme, svolta in un gruppo più ristretto, possa essere propedeutica all’inserimento in realtà musicali più vaste, come ad esempio l’Orchestra giovanile Mousikè.

Il lavoro capillare e prezioso sulla musica rivolto ai bambini e ai ragazzi che il Comune di Cremona sta sostenendo da alcuni anni è ripagato dai grandi successi di iniziative aggregative come queste, che dimostrano, ancora una volta, se ce ne fosse ancora bisogno, che la musica è occasione di incontro, di studio e di crescita.

Reduce da numerosi concerti tenuti durante l’anno, il gruppo di fiati “A. Ponchielli” riprenderà ad esibirsi il 7 settembre prossimo al Circolo Canottieri del Dopolavoro Ferroviario.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti