Lettere
Commenta19

Cultura, amministrare non significa fare la lista della spesa

da Daniele Bonali

Caro Direttore,

dopo tre anni  che l’Amministrazione Perri governa questa città vorrei commentare l’azione politica ed amministrativa che questa giunta, assessore in testa, sta attuando a Cremona sotto il profilo culturale

Questi sono i 5 punti:

1;  Sei mesi e mezzo per convocare la Commissione Cultura  dove non si sono nemmeno trattati i nostri punti all’ordine del giorno, (la richiesta per la convocazione della commissione l’avevamo fatta noi come Partito Democratico); Sicuramente l’odg verrà ripreso, come promesso dall’assessore e garantito dal presidente.. Con i loro tempi di convocazione , forse, a Natale 2012 verra celebrata altra Commissione come gentile concessione e regalo natalizio.

2;  Nessuna notizia riguardo il Museo del Violino….., Nessuna notizia dello spostamento della inaugurazione o dell’apertura degli uffici della triennale al pian terreno…… nessuna notizia della futura Fondazione e del piano di gestione del museo….. nessuna notizia, visto che si parla di fondazione, di quanto dovrà mettere il Comune (ovvero tutti i cittadini di Cremona)….nessuna notizia di come questo museo dialogherà con il sistema culturale e museale cremonese.

3;  Quali sono le strategie  e le finalità culturali che si pone l’Assessore e la Giunta per i due anni restanti del loro mandato.

4;   Si parla di tagli….., specialmente al Ponchielli, secondo l’Assessore al Bilancio Nolli, ma il Sindaco Perri la pensa diversamente, in tutta questa vicenda manca proprio il parere di chi la cultura dovrebbe proporla ed amministrarla a Cremona……

5;   Non c’è assolutamente condivisione democratica su nessuna decisione e su nessuna strategia per il futuro. Ci spieghi in Commissione, a Natale, quali sono i progetti approvati in vista di Expo 2015; anche perchè tutte le altre città lombarde sono già in possesso dei progetti definitivi, basta consultare il sito dell’evento ormai imminente. O dobbiamo pensare che, poiché a Cremona si voterà l’anno prima, a questa giunta dell’EXPO 2015 non interessi nulla? E’ questo “l’interesse della città” che continuamente ci viene  rinfacciato quando osiamo criticare l’azione del governo cittadino?

Questi sono solo 5 punti ma potrei continuare ancora….!
Amministrare non significa fare la lista della spesa, che spesso preparano gli uffici preposti, ma significa proporre un mosaico che pian piano viene costruito con l’ausilio delle fonti culturali già presenti in città o sul territorio: questa sistema si chiama sussidiarietà! Significa avere una linea, degli obiettivi chiari. Significa sapere dove si vuole andare, come, con chi e con quali mezzi.
Inoltre aggiungo e concludo che l’azione di opposizione del Partito Democratico è sempre stata molto critica nei confronti di questa Amministrazione, non per partito preso, ma proprio perchè quel dialogo “democratico,” sempre e tradizionalmente esistito in sede di Commissione è ormai sparito;  questo è stato sostituito da un muro autoreferenziale che tutt’ora regge l’impianto politico di questo Assessorato e di questa giunta.

Prof. Daniele Bonali
Vice Presidente Comm Cultura
Partito Democratico

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti