Commenta

Anffas Grill, settima edizione Il 15 settembre alla Cascina Maschi

grigliata-anffas

Nella serata di sabato 15 settembre alla Cascina Maschi, località Boschetto Cremona, si terrà Anffas Grill, festa benefica giunta ormai alla 7° edizione. La serata è stata ideata per sostenere ANFFAS Cremona con uno spettacolo serale di festa insieme ai ragazzi, alle famiglie, ai sostenitori e ai partner che vorranno aiutare l’Associazione offrendo contributi o donando prodotti. Per celebrare questo importante momento di solidarietà, nella quale è prevista la partecipazione di circa 400 persone, sarà riproposto il “Progetto Bontà”, al quale i componenti del Corpo Nazionale Giovani Esploratori/trici Cngei di Cremona hanno già dato ampia disponibilità e sostegno.
Il programma della serata prevede aperitivo e cena con carni allo spiedo cucinate con maestria dalla Compagnia “Amici dello spiedo” della Valcamonica, associazione costituitasi con l’intento di preservare e divulgare l’antica arte della preparazione dello spiedo, mentre la colonna sonora della serata è affidata alle note del duo “Lory e Diego” che per gli ospiti stanno preparando esclusive sorprese. Tra i tavoli il Mago Tano allieterà gli ospiti con spettacoli di micromagia.

Per le prenotazioni dei tavoli telefonare alla Segreteria ANFFAS al tel. 0372/26612 (solo la mattina dalle ore 9 alle 12, riferimento Sig.ra Loredana) o inviando una mail a segreteria@paolomorbianffas.it.

L’Associazione Anffas

L’Associazione ANFFAS locale è nata nel 1966 per volere di alcuni genitori convinti della necessità di avvicinare i loro ragazzi con disabilità al mondo esterno. In particolare l’instancabile promotore di tale iniziativa fu il signor Paolo Morbi al quale, proprio a ricordo di questa grande figura, è stata oggi intitolata l’Associazione.

In questi anni l’ANFFAS è riuscita nell’intento di creare nel territorio cremonese particolari strutture idonee per la sperimentazione di nuove tecniche educative a favore di persone con disabilità intellettive e relazionali. Nel 1986, parte il primo C.S.E (ora CDD). nella sede di via Platani , in cui vengono sperimentate nuove tecniche educative a favore di persone con disabilità intellettive e relazionali. Il C.S.E. è stato l’assorbimento e l’ampliamento della Scuola Occupazionale nata per evitare l’istituzionalizzazione dei soggetti con gravi limitazioni. Questa struttura, in assenza di leggi, è stata voluta e gestita dall’ANFFAS per circa 20 anni con lo scopo di promuovere una nuova cultura nell’area dell’handicap, attivare servizi di sostegno alla famiglia e consentire la permanenza al suo interno dei soggetti più deboli.

Nel 1972 l’ANFFAS di Cremona ha firmato inoltre con la Regione Lombardia una convenzione per il finanziamento di Corsi di Formazione Professionali (C.F.P.) per ragazzi con disabilità che, avendo esaurito la scuola dell’obbligo, mirano all’inserimento lavorativo. Nel 1976, alla fine del primo quadriennio della Formazione, vista l’impossibilità di inserire nel mondo del lavoro alcuni ragazzi, ha creato la Cooperativa Sociale LAE. ,cooperativa di solidarietà sociale, senza fini di lucro, che si è dotata di un suo Statuto e di un consiglio d’Amministrazione .

Nel 2001 vengono sospesi i corsi di formazione professionale. Nel 2003 ANFFAS, proseguendo nell’intento di dare risposte idonee e personalizzate ad un gruppo di ragazzi che avevano terminato i Corsi di Formazione Professionale, ha studiato e realizzato uno “SFA” (Servizio di Formazione all’Autonomia) avente come scopo il sostegno e la ricerca della massima qualità di vita, con una grande condivisione con le famiglie. Lo stesso “SFA”, nel 2005 con Delibera Regionale, si divide in “SFA” e “CSE” dando obiettivi adeguati ad ogni persona con disabilità. Nel 2004 apre uno sportello con un Servizio di Ascolto e Sostegno Sociale e Psicologico alle famiglie “SPAZIO AMICO” con la presenza di una Psicologa e di un Assistente Sociale e con la consulenza di un Neuropsichiatra. Nel 2010 ANFFAS è stata accreditata per il “SAAP” servizio per assistenza ed integrazione scolastica degli alunni con disabilità

Contemporaneamente è stato avviato un progetto per offrire attività nel Tempo Libero a persone con disabilità medio alte, in attesa di un inserimento lavorativo che hanno bisogno di momenti di socializzazione strutturati ”La Capanna dello Zio Tom”. Offre inoltre un “SERVIZIO CLIMATICO” nel periodo estivo in luoghi di villeggiatura, finalizzato alla sperimentazione personale, in completa autonomia dalle famiglie. Grande interesse e impegno suscita il problema sempre più pressante del “DOPO DI NOI”, cioè il problema che nasce dall’invecchiamento dei soggetti con disabilità in assenza dei genitori.

ANFFAS Cremona, con la sua esperienza di oltre quarantacinque anni, non vuole fermarsi, ma proseguire nel suo impegno di difesa dei diritti delle persone disabili e delle loro famiglie, per una progressiva presa in carico sempre più precoce ed efficace dei problemi delle famiglie in cui nascono situazioni di disabilità.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

 

© Riproduzione riservata
Commenti