Commenta

Giovedì d'EstaRte, appuntamento con musica protagonista

giovedi-estate

Protagonista dell’appuntamento con i “Giovedì d’EstaRte” è la musica. Grazie alla collaborazione con il Cremona Summer Festival, infatti, sono stati organizzati due concerti. Il primo sarà ospitato, alle 19,15 in Santa Maria Maddalena e vedrà esibirsi l’Accademia Internazionale delle Arti. Il secondo, invece, andrà in scena (alle 21,15) all’Auditorium della Camera di Commercio. Il Borealis & Friends presenterà un programma interamente dedicato alla musica contemporanea, con brani in prima esecuzione (italiana o persino mondiale) che si caratterizzano per le contaminazioni tra musica colta occidentale ed orientale. Il Quartetto per archi Borealis è un ensemble giovane e dinamico, conosciuto a livello mondiale ed apprezzato dalla critica per lo stile appassionato e raffinato. Attivo da una decina d’anni a Vancouver ha compiuto tournèe in America, in Asia e, ora anche in Europa. Gli strumentisti del quartetto utilizzano strumenti di scuola cremonese. I violino sono stati realizzati da  Giovanni Battista Rogeri (Cremona, 1698) e Lorenzo Storioni (Cremona, 1780). Dello stesso liutaio è anche il violoncello mentre la viola è stata costruita da Pietro Giovanni Mantegazza (Milano, 1791). Le atmosfere degli altri appuntamenti della rassegna di shopping sotto le stelle di Confcommercio e Botteghe sono decisamente più informali. Ai giardini di piazza Roma tornano le atmosfere sensuali e cariche di passione del tango, con uno spettacolo di ballo che già ha conquistato il pubblico nelle precedenti edizioni. In piazza Stradivari, invece, si danza sui ritmi delle danze tradizionali delle praterie americane, grazie al saggio degli allievi della scuola Vitien.

Ai più piccoli è dedicato l’appuntamento conclusivo della rassegna dei Burattini d’estate.

Roggero Rizzi porta in scena “Biancaluna”, una storia buffa – tratta da una fiaba popolare siciliana – che narra di una  principessa capricciosa e viziata e di Arturo, un simpatico sorcetto che vive nella sua baracca fatta di pentole e vecchi rottami. Biancaluna vuole sposarsi ad ogni costo ma è ostacolata dal padre, il Re, che vede questa sua decisione come un ennesimo capriccio. A complicare il tutto ci si mette il Diavolo, perfido e malvagio, pronto a seminare odio in famiglia.

Per il ciclo di incontri dedicati ai fumetti Fabio Canesi intervista Paola Barbato, l’unica donna tra gli sceneggiatori del fumetto horror di casa Bonelli, da quindici anni tra gli autori dell’indagatore dell’incubo. Con lei, a CremonaBooks, interviene anche Giovanni Freghieri disegnatore di Dylan Dog. Senza dimenticare, poi, gli altri appuntamenti dedicati all’arte oltre, ovviamente, le occasioni di divertimento con la musica nei locali, il mercatino di Corso Garibaldi e la ludoteca (con tanto di Kinderheim) in Largo Boccaccino.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti