18 Commenti

Il Governo sceglie criteri rigidi: addio alla Provincia

provincia-salta-cremona

Addio alla provincia di Cremona. Pochi minuti fa il Governo ha adottato il criterio rigido che impone la soppressione di numerosi enti locali.  Nella riunione del Cdm è stata varata la circolare con i criteri per la riduzione delle province. “In base ai criteri approvati – si legge – i nuovi enti dovranno avere almeno 350mila abitanti ed estendersi su una superficie territoriale non inferiore ai 2500 chilometri quadrati”. Cremona è in regola con gli abitanti ma non con la superficie (sotto i 2000) per cui il destino parrebbe segnato. Si apre ora il valzer delle aggregazioni: sempre più probabile la maxiprovincia con Mantova (come indicato a suo tempo dal presidente Salini), ma possibilità anche con Lodi. Piacenza vorrebbe unirsi a Cremona ma la collocazione in due regioni distinte rende quasi impossibile l’operazione. Nei prossimi giorni il Governo trasmetterà la deliberazione al Consiglio delle autonomie locali (Cal), istituito in ogni Regione e composto dai rappresentanti degli enti territoriali. In mancanza, la deliberazione verrà trasmessa all’organo regionale di raccordo tra Regione ed enti locali. La proposta finale sarà trasmessa da Cal e Regioni interessate al governo, che provvederà all’effettiva riduzione delle Province promuovendo un nuovo atto legislativo che completerà la procedura.
Le nuove Province eserciteranno le competenze in materia ambientale, di trasporto e viabilità (le altre competenze finora esercitate vengono invece devolute ai Comuni, come stabilito dal decreto “Salva Italia”). La soppressione delle Province che corrispondono alle Città metropolitane – 10 in tutto, tra cui Roma, Milano, Napoli, Venezia e Firenze – avverrà contestualmente alla creazione di queste (entro il primo gennaio 2014).

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti
  • elia

    accorporare le province è un’ottima idea ma bisognerebbe prima abolire le prefettuture e assorbirne gli organici, i prefetti devono andare a casa hanno fatto i loro tempi. e sono persone che vengono catapultate in loco senza nesuna conoscenza del territorio equindi è logico che non sanno gestire nulla di preciso.

    • Ftw

      Sottoscrivo!

  • Alessandro

    Ci accorperanno con Mantova (che anch’essa verrà abolita) e Cremona rimarrà il capoluogo in quanto di dimensioni maggiori. Possibile che a Mantova e Cremona venga accorpata anche Lodi.

    • G

      Questo lo spero anche io, ma ho il dubbio che purtroppo rendano Mantova il capoluogo, in quanto con l’area metropolitana “grande Mantova” (che secondo me fa ridere perche e’ solo un grande paesone come Cremona) pero’ arriva a 100 mila abitanti, e dato il fatto che e’patrimonio dell’unesco sarebbe un altro punto ahimè a loro favore… Spero che tutto ciò non sia vero, in quanto non vorrei essere “comandato” dai Mantovani… Sono sicuro che pero’ questo ragionamento lo staranno facendo anche loro, e non vorranno farsi mettere i piedi in testa da noi cremonesi…
      Piuttosto forse preferirei unirmi a Piacenza…
      Ultima ipotesi pero’invece e’ che, se entrasse a far parte anche Lodi avrebbe piu senso il capoluogo che sia Cremona, in quanto sarebbe esattamente in mezzo, e ultimissima cosa, ovviamente non dobbiamo farci staccare il cremasco, il nostro piu andrebbe a farsi benedire,,!!

      • Alessandro

        Dubito fortemente che possano mettere Mantova come capoluogo, ha 48mila abitanti. Poi vai te a creare tutte le regole per considerare un’eventuale area metropolitana (su un paesotto da 48mila abitanti?) in base alla quale scegliere il capoluogo. Metteranno di certo cremona che di abitanti ne ha 72mila, circa il 50%. Senza considerare il cremasco che, se mettessero mantova come capoluogo, sarebbe del tutto tagliato fuori. Se poi ci aggregano anche Lodi il gioco è fatto. 😉

        Per quanto riguarda l’Unesco etc si risolve semplicemente facendo sì che il nome della provincia sia “Provincia di Cremona e Mantova”.

  • Angy.

    troveranno il” sistema “di fare ” sistema” cosi’ si e ci “ri-sistemeranno” tutti.Come sempre.Scommettiamo?

  • era ora che cominciassero ad abolire sti carrozzoni mangiasoldi ed inutili!

  • elia

    io penso che la soluzione migliore sia accorparsi con la romania.

  • ahahaha,elia ha sempre ragione!tanto son piu rumeni di cremonesi ormai!
    accoppiamoci!!ops..accorpiamoci! 😉

    • elia

      gli Italiani più che accorparsi vogliono accoppiarsi con le giovani ……..

  • Mauri

    Qualcuno dovrebbe avvisare salini (quello dei vetri oscurati all’auto, quello della scrivania,quello della porta del suo ufficio ,ecc….eccc.. ) che la provincia di Cremona e’ stata abolita. Magari nella nuova sede in costruzione in via bissolati (S.Monica )bisognerebbe rivedere il progetto ( spesa 24 milioni per ora…..).Prima che salini el fasa amo’ di dan visel !!!

    • Alessandro

      Senza difendere Salini che non ho votato, ma se ci accorpano con Mantova o con Lodi o con entrambe Cremona sarà il capoluogo per ovvie ragioni demografiche (supera il 50% della popolazione sia di Lodi che di Mantova). Quindi una sede più ampia sarà necessaria per ospitare il personale amministrativo provenienti dagli altri enti (mica pensavi venissero licenziati, no?). 🙂

      • Andrea

        Io credo che il personale che rimarrà alle “nuove” Provincie probabilmente sarà un attimino meno rispetto all’attuale visto che diverse competenze (e quindi anche personale) passeranno ai Comuni (anche se nutro seri dubbi sul fatto che quelli medio-piccoli potranno avere la forza e le competenze tecniche per svolgere le funzioni finora svolte da un ente che aveva una visione d’insieme).
        Inoltre non credo che quel personale che resterà verrà spostato tutto nella città capoluogo sennò si creerebbero forti disagi per gli utenti.
        In qualsiasi caso ritengo che la nuova sede in costruzione sia solo una cosa positiva: Salini, da persona che sà guardare più in là del proprio naso, è consapevole che è meglio fare un investimento che sarà ripagato nel giro di tot anni piuttosto che continuare a pagare affitti enormi.

  • ma il salini è stato avvisato di sta cosa?no perchè,sta spendendo milioni di euro,pare 24(minimo il doppio visto che siamo in italy)per fare la sede del nuovo palazzo della provincia….
    per favore,qualcuno lo avvisi,grazie!

    • elia

      caro Roby ma anche se gle lo dicono sappi che lui è convinto di essre un essere superiore e pertanto come tanti suoi simili si sente legittimato di continuare a credersi il padrone del vapore.

  • mario

    se vuol dire che non vedremo più i soliti “tappi” alle sfilate : governo santo subito

  • elia

    mi auguro che con l’accorpamento delle province Monti abbia pensato anche all’eliminazione dei prefetti [figure Napoleoniche ] eventualmente per tagliare i nastri potremmo incaricare un arrottino della zona al posto dell’omnipresente dai cognomi altisonanti che qualcuno ha già battezzato S.E quattrocognomi.

  • DUBBI

    Sembra cosa fatta, la Provincia di Cremona, l’amministrazione, non il quotidiano unico eccetera, sparisce: troppo piccola e guai ai vinti, diceva Brenno, considerato un barbaro.
    Appena prima era sparito il Tribunale di Crema, nonostante la disperata e naturale difesa dei politici del luogo.
    Cremona città: se dirottano in Sicilia S.E. Quattrocognomi a distruggere la mafia coi suoi “protocolli di legalità”, ci sforzeremo di sopravvivere; se è troppo piccolo anche il Tribunale e lo spediscono a Mantova, certo, si sopravvive, ma è un danno enorme per tutti……..

    Cremona 23 07 2012 http://www.flaminiocozzaglio.info