Cronaca
Commenta3

Crisi delle imprese, rallentano anche quelle condotte da donne 34 in meno in sei mesi

Rallentano anche le imprese femminili. Il saldo tra iscrizioni e cessazioni nel corso del primo semestre 2012 è in negativo. Se le iscrizioni di imprese femminili sono state 267, le cessazioni hanno raggiunto quota 301: 34 unità in meno. Il settore in maggiore crisi è ancora una volta quello del commercio dove c’è il numero maggiore di imprese gestite da donne. Lo studio è della Camera di Commercio di Piacenza che ha analizzato la situazione della città raffrontandola con le realtà vivine, tra le quali anche Cremona. Nel complesso, a Cremona ci sono 6.276 realtà registrate di cui attive 5.718. Una dinamica anagrafica a curva negativa anche nei territori circostanti con Reggio Emilia che è la provincia più colpita tra quelle analizzate (-101 imprese al femminile), Piacenza al secondo posto con -56, Parma -36 e Cremona al quarto. A Pavia -25 e a Lodi -19.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti