Commenta

Morto monsignor Carlo Valli, parroco di Cassano

mons

E’ morto nella mattinata di oggi nella propria casa di Cassano d’Adda, in provincia di Milano, ma diocesi di Cremona, monsignor Carlo Valli, parroco emerito della comunità S. Maria Immacolata e S. Zeno. Il sacerdote, originario di Cavallara di Viadana, nel mantovano, avrebbe compiuto 92 anni il prossimo novembre. La camera ardente è allestita a Cassano d’Adda presso la chiesa di S. Antonio, dove nella serata di martedì 4 settembre la comunità parrocchiale si ritroverà per la recita del rosario. Per la sera di mercoledì 5 settembre, invece, è prevista una S. Messa di suffragio cui parteciperanno i sacerdoti della Zona pastorale II. Le esequie di monsignor Valli saranno celebrate giovedì 6 settembre alle ore 15.30 nella chiesa parrocchiale S. Maria Immacolata e S. Zeno dal vescovo di Cremona, monsignor Dante Lafranconi. La salma sarà quindi tumulata nella cappella dei sacerdoti del cimitero di Cassano.

Biografia di mons. Carlo Valli

Mons. Carlo Valli nasce a Cavallara il 9 novembre 1920, terz’ultimo di dodici fratelli. Fu ordinato sacerdote il 25 marzo del 1944 da mons. Giovanni Cazzani insieme ad altri 18 confratelli, dei quali ora rimane in vita solo don Pietro Cavaglieri. Iniziò il proprio ministero pastorale come vicario a Casalbuttano (1944-1952) e poi presso la parrocchia di S. Agata a Cremona (1952-1959). Durante il suo ministero a Cremona fu anche cappellano del campo profughi e direttore spirituale del Seminario vescovile. Nel 1959 mons. Danio Bolognini lo promosse parroco destinandolo alla comunità S. Geminiano Vescovo in Pieve d’Olmi. Nel 1962 il trasferimento a Cassano d’Adda alla guida della parrocchia S. Maria Immacolata e S. Zeno, dove rimase parroco sino al 1999 quando fu insignito dell’onorificenza pontificia di Prelato d’onore di Sua Santità. In seguito, per circa un anno, mons. Valli fu amministratore parrocchiale della frazione Cascine San Pietro (2000-2001). Di mons. Valli va ricordata anche la passione per la storia e la cultura locale che lo portò a svolgere accurate ricerche d’archivio e raccogliere preziose testimonianze che hanno permesso la pubblicazione di numerosi “Quaderni del Portavoce” dedicati alla storia, alle tradizioni, alle strutture e ai personaggi illustri di Cassano. Figura eminente del presbiterio diocesano, fece parte del Collegio dei Consultori e, proprio in veste di membro anziano di tale organismo, pronunciò la commemorazione funebre di mons. Enrico Assi al termine dei solenni funerali presieduti dal card. Martini nella Cattedrale di Cremona sabato 19 settembre 1992.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti